Loggione Biancorosso: in viaggio verso una speranza

LOGGIONE BIANCOROSSO (di Giovanni Pecoli e Carlo Politi)

IN VIAGGIO VERSO UNA SPERANZA

loggione biancorosso

VISTA DALL’ALTO

Le notti del Garilli sono state la “culla” del rinnovato entusiasmo, rinascita d’amore tra piacentini e squadra (ovvio, quelli del famoso zoccolo duro mai sono stati assenti): riveder ragazzini e famiglie di nuovo sugli spalti ci ha trasmesso quel ritorno ai fasti di un tempo, in quel susseguirsi di canti e cori addobbati da una coreografia da categorie superiori.

Entella superato in un martedì sera da un’incornata di Alessio Sestu, nel volgere alla conclusione di un secondo tempo quasi inchiodato sul pareggio a reti bianche…poi ecco il sorpasso, compiuto e bello come il sole in val Padana nei freddi inverni: Piacenza 71 punti, Entella 69…e così già si attendeva spasmodicamente la giornata di sabato, ospite l’Olbia.

Ci si attendeva un avversario assai appagato data la salvezza acquisita da giorni, invece ecco il thrilling pepato dei sardi che non t’aspetti. Subito il Piace cerca di sfondare in avanti, ma alcune imprecisioni sotto porta negano a Perez (sostituto di “El Loco” Ferrari tenuto a riposo per un indolenzimento muscolare) e Di Molfetta il pallone del vantaggio.

Olbia attento e molto aggressivo, tanto da andare a sorpresa in vantaggio: Ceter gela Fumagalli nell’angolino 0-1. I contropiedi dei sardi sono costanti ed il Piace resta un po`sbalordito, quasi intontito. Il pubblico si allarma dopo il vantaggio dell’Entella a casa Juve baby, la B diretta quasi in pericolo…quasi…eh, perchè Corradi decide di fare il suo settimo goal (mica male per un centrocampista), qualità e corsa al servizio: è 1-1.

Ripresa da incubo, Olbia di nuovo in vantaggio ed ancora con Ceter, il Piace annaspa nella tensione per l’alta posta in palio ma respira ancora e Terrani lo riavvicina alla B con il rigore del 2-2 al 60′ procurato da Di Molfetta. Olbia assai pericoloso, ma il Piace rivitalizzato si accende e riassapora la voglia di crederci sospinto dal pubblico.

Entrano nel frattempo Cauz e Corazza a dar man forte. Proprio Corazza prima e Porcari dopo falliscono occasioni per il 3-2. Play off ormai dietro l’angolo senza la vittoria e con l’aggancio dell’Entella (avanti negli scontri diretti coi biancorossi), anche pensando che i liguri non avranno grossi problemi a superare la Carrarese all’ultima giornata.

Invece ecco il colpo di coda, il colpo di scena: punizione conquistata da Corazza, nei batti e ribatti in area sarda sbuca Terrani, GOL! Olbia trafitto dopo averci dato due graffi, dopo aver vissuto la paura di perdere il tutto di un sogno ancora libero, là dove solo la speranza va, in terra senese.

Tutti ora (noi del loggione compresi) in Toscana sperando di riprenderci la gloria persa anni fa proprio in quella terra a Prato nel 2012…coincidenze, sperando in un finale differente.

IN&OUT
In questa occasione abbiamo solo IN: la squadra, la società, il pubblico. Manca all’appello solo lo stadio. I primi immensi, commoventi, senza più parole che possano definirli. Il secondo, beh, lasciamo perdere. Purtroppo quest’anno la vera pecca della stagione è proprio il vecchio e fatiscente catino biancorosso: scomodo e ormai non più adeguato ad ospitare eventi calcistici.

ACCADDE OGGI – Per una sorta di scaramanzia, per una tensione che ci attanaglia in modo assurdo, perché ci stiamo preparando per Siena e tra biglietti e organizzazioni logistiche stiamo perdendo li sonno, non riusciamo a scartabellare gli archivi per dare alla sezione un ricordo del passato. Non ce ne vogliano i nostri affezionati lettori, ma siamo troppo sotto stress e quindi ci trinceriamo dietro un silenzio ascetico e meditativo.

Ci vediamo a Siena, in viaggio verso una speranza…
#cipiaceilpiace

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.