Quantcast

Piacenza “slot free”, il Comune finanzia tre progetti contro il gioco dazzardo patologico

Il Comune di Piacenza da diversi anni figura tra le amministrazioni più attive negli interventi di prevenzione del gioco d’azzardo patologico, non solo attraverso la mappatura delle sale gioco rispetto ai cosiddetti “luoghi sensibili” (come indicato dalla normativa) ma anche attraverso diverse iniziative di sensibilizzazione rivolte in particolare ai giovani.

In questo contesto il Comune ha anche aderito alla campagna regionale “Slot Free Emilia Romagna” che prevede il rilascio di un “marchio” agli esercizi che rinunciano all’installazione di macchinette per il gioco a soldi. Proprio tramite il progetto regionale il Comune ha potuto ottenere un finanziamento da dedicare al sostegno di iniziative di sensibilizzazione, realizzate in collaborazione da gestori di esercizi slot free, associazioni culturali e altri soggetti attivi sul tema.

“Vogliamo valorizzare – sottolinea l’assessore Luca Zandonella – gli esercizi che rinunciando al facile guadagno delle macchinette si mettono in prima linea per informare sulla pericolosità del gioco d’azzardo. Oggi presentiamo tre progetti differenti di altrettanti esercizi della città che hanno ricevuto un contributo per realizzare una serie di iniziative informative e ludiche all’interno del proprio locale o nelle immediate vicinanze”.

Tre progetti sono stati selezionati per il contributo:

“Tana libera tutti!”: due pomeriggi di giochi tradizionali, sport e spettacoli itineranti nel quartiere Roma, rivolti a bambini e famiglie. Soggetto promotore è il Bar “Ma Maison” di Via Roma insieme a associazione Libera, gruppo Scout Piacenza 1, organizzazione di volontariato Fabbriche e Nuvole, Matti da Galera, CONI

“Gran Casinò”, spettacolo teatrale e incontri informativi per giovani e adulti. Soggetto promotore il Circolo Acli “Don Zermani” di Gerbido con la compagnia teatrale ITINERARIA TEATRO

Teatro di improvvisazione sul tema: il gioco “sano”. Con rinfresco e talk informativo di un esperto. Soggetto promotore: Baciccia di via Dionigi Carli (Tom Tom Srl), insieme a Associazione culturale Diciottotrenta, associazione Libera, Associazione Le Vissole.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.