Pubblica di Travo, presentato il nuovo Consiglio direttivo

È un momento di grande vitalità quello che sta attraversando la Pubblica Assistenza e Soccorso “Val Trebbia” di Travo.

Dopo la nuova sede inaugurata il mese scorso, ora l’elezione del nuovo Consiglio Direttivo, il 13 giugno l’avvio di un corso per nuovi volontari e prossimamente l’apertura del centro prelievi con medici e infermieri in collaborazione con “l’Associazione delle piccole cose”.

La presentazione del Consiglio Direttivo neoeletto si è tenuta sabato 25 maggio durante l’Assemblea dei volontari: ne fanno parte il Presidente Fiorenzo Bonetti, il vicepresidente Matteo Sozzi, il tesoriere Italina Sala, la segretaria Deborah Bubolo e i consiglieri Renzo Segalini con delega alla Protezione Civile, Alessandra Ferri e Giancarlo Castelli.

L’Assemblea si è confrontata sull’attuale situazione e sulle sfide che attendono questa storica Pubblica Assistenza. In particolare, è stato ribadito il forte legame con il territorio della val Trebbia e lo spirito di collaborazione con le Associazioni, le istituzioni locali, l’Ausl e la Centrale del 118.

Da sempre infatti la Pubblica di Travo si trova impegnata sui caldissimi fronti dell’assistenza alle persone fragili, del trasporto dei pazienti in particolare a beneficio dell’ospedale di Bobbio e del soccorso d’emergenza durante i fine settimana, quando aumenta la popolazione e i turisti affollano la valle.

Il neopresidente ha indicato nel coinvolgimento e nel protagonismo dei volontari la via per essere all’altezza di richieste sempre più impegnative e ha espresso l’auspicio che la Pubblica Assistenza sia sentita come una grande risorsa per Travo e i territori limitrofi, affermando che la nuova sede è prima di tutto la casa di chi in val Trebbia si vuole impegnare a favore del bene prezioso della salute dell’intera collettività. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.