Piace ko a Siena, sfuma la promozione diretta (2-0) Franzini: “Non molliamo” fotogallery

Più informazioni su

ROBUR SIENA – PIACENZA 2-0 (FINALE)
Cianci al 56′, Gliozzi al 65′

Il sogno promozione del Piacenza si infrange a Siena. I biancorossi cadono all’ultimo ostacolo e lasciano la serie B all’Entella chela fotofinish batte in casa la Carrarese.

In Toscana finisce 2-0 per i padroni di casa, che condannano la squadra di Franzini e si vendicano così della sconfitta (con lo stesso punteggio) dello scorso anno che costò loro la promozione. Ora i biancorossi dovranno affrontare i play off. Grandissima delusione per il Piacenza, seguito al “Franchi” da circa 3mila tifosi che hanno sostenuto la squadra fino alla fine.

IL COMMENTO di Luigi Carini – Ci sarebbe voluta un po’ di fortuna per coronare il sogno. Ci sarebbe voluta un po’ di fortuna nell’evitare che l’arbitro andasse a trovare un improbabile fallo di un giocatore biancorosso quando Nicco metteva in rete, a metà del primo tempo, il pallone del vantaggio biancorosso che avrebbe sicuramente cambiato partita e risultato.

Ci voleva un pizzico di fortuna quando nella ripresa appena subito il del Siena il Piacenza aveva prodotto in una bellissima azione di Sestu conclusa con un tiro al volo di Ferrari che colpiva la traversa sotto e poi rimbalzava sulla linea di porta senza entrarci. Anche in questo caso l’episodio avrebbe potuto cambiare la partita. Invece…

In verità la prestazione dei biancorossi non è stata esaltante come si attendeva, come succede sempre nelle partite più importanti quando la posta in palio è superiore alle effettive possibilità. Il Piacenza è arrivato a questa storica partita logoro e stanco dopo una rincorsa in campionato davvero straordinaria che gli ha richiesto un dispendio di energie fisico e nervoso davvero straordinario.

Inoltre l’atteggiamento tattico non è stato quello da noi suggerito ed augurato. Avevamo detto che la partita si sarebbe deciso nella metà del secondo tempo e che non si doveva avere fretta. Occorreva saper attendere e produrre il massimo sforzo nel finale. Esattamente quello che ha fatto il Siena che, però, si avvale di un tasso tecnico complessivo nettamente superiore al Piacenza.

Sarebbe ingeneroso ed assurdo muovere critiche alla prestazione di qualche giocatore o alle scelte tattiche dell’allenatore. Il Piacenza avrebbe dovuto compiere un’impresa attualmente superiore alle sue forze.

Ora avrà 25 giorni di tempo per preparare i play off quando i biancorossi entreranno in scena solo al terzo turno. A volte se non si riesce ad entrare dalla porta si può passare dalla finestra.

LA SINTESI da Elevensports.it

LA PARTITA – Franzini sceglie in partenza il 3-5-2, con il rientrante Ferrari al centro dell’attacco supportato da Sestu. Primo tempo giocato su buoni ritmi, meglio il Piacenza che si fa vedere con più continuità in avanti, colleziona calci d’angolo e va due volte vicino al gol, al 17’ e al 21’, su altrettante punizioni calciate da Corradi e sventate dal numero uno di casa Contini.

Al 34’ Ferrari non trova la deviazione vincente su traversone di Sestu, poi nel finale due brividi per Fumagalli, prima con la punizione di Cianci, deviata dalla barriera, che termina a lato di poco, poi con la bellissima rovesciata di Gliozzi che centra la traversa. Da segnalare anche una rete di Nicco su azione di corner, ma l’arbitro aveva fermato il gioco per un fallo (decisamente dubbio) sull’estremo difensore senese.

A inizio ripresa la partita si infiamma all’improvviso, con il Siena che passa al 56’: grande azione in velocità dei bianconeri che manda al tiro dall’interno dell’area Cianci, la cui conclusione fredda Fumagalli sul primo palo. La reazione biancorossa è rabbiosa e nel giro di pochi secondi Ferrari sfiora il pari per due volte, con un diagonale a lato di pochissimo e un colpo di testa che centra la traversa e rimbalza in campo.

Franzini inserisce Terrani, ma al 65’ Gliozzi avanza indisturbato e dal limite dell’area fa partire un tiro che si insacca all’incrocio: 2-0. Il nervosismo si alza sopra i livelli di guardia e la partita di fatto finisce qui: a poco servono gli ingressi di Marotta e Cauz, il Piacenza prova a gettarsi in avanti per riaprire la gara, prestando però il fianco agli attacchi dei toscani.

E la beffa arriva da Chiavari, dove Mancosu all’89’ regala vittoria e promozione all’Entella condannando i biancorossi alla post season.

Nel finale saltano i nervi, e anche in tribuna si scaldano gli animi tra sostenitori piacentini e senesi. Il finale peggiore, che comunque nulla toglie alla splendida rincorsa della squadra di Franzini, fermata sul più bello. Ora i playoff, ma prima ci sarà da smaltire la cocente delusione.

LA CRONACA

Finale anche a Chiavari, con la Virtus Entella che supera per 1 a 0 la Carrarese e scavalca i biancorossi: per i liguri è promozione diretta in serie B.

E’ finita al “Franchi”, Piacenza sconfitto dal Siena per 2 a 0. Rissa finale in campo, molto nervosismo.

Cinque minuti di recupero a Siena. Ancora tensione in tribuna al “Franchi”.

Gol Entella all’89esimo con Mancosu, ora sono i liguri promossi in serie B.

Sempre zero a zero tra Entella e Carrarese, la sorte del Piacenza si decide qui.

Corazza cerca l’uno contro uno con Contini, sfera troppo lunga e comoda per l’uscita del portiere.

Ormai l’attenzione è solo sul campo di Chiavari, ultimi minuti in apnea.

Controlla il gioco adesso la Robur Siena, in vantaggio di due reti su di un Piacenza che non vuole ancora arrendersi.

Ammonizione per Della Latta al 74′ che mette a terra Arrigoni.

72′ Doppio cambio nel Piacenza: fuori Corradi, dentro Marotta. Fuori anche Barlocco, dentro Cauz

Tiro di Corradi al 70′ ma il numero 10 si è fatto male al momento della conclusione.

Intanto la partita dell’Entella è ancora ferma sul pari contro la Carrarese.

Altro cambio nel Piacenza al 68′: fuori Nicco, dentro Corazza.

Qualche momento di tensione sugli spalti con intervento degli steward.

Raddoppio del Siena al 65′ con Gliozzi che avanza indisturbato e colpisce sotto il sette un incolpevole Fumagalli dalla trequarti.

Cross di Sestu al 61′ su cui Contini interviene non al meglio. Nasce un contrasto in cui D’Ambrosio ha la peggio e viene soccorso dai sanitari.

Franzini cambia al 59′: fuori Porcari, dentro Terrani.

Piacenza subito vicino al pari con una doppia occasione di Ferrari al 58′. Da due passi il colpo di testa della punta finisce per sbattere sulla traversa. Il rimbalzo della palla è finito fuori.

Poco prima una rasoiata dell’attaccante biancorosso con Contini che metteva in corner.

Cianci al 56′ porta in vantaggio la Robur al termine di una bella azione. Verticalizzazione di Romagnoli per Cianci che scarta Pergreffi e avanza. La punta appoggia per Vassallo che fa un velo per Guberti, l’ex Perugia segue il movimento di Cianci che da dentro l’area supera Fumagalli sul suo palo.

Corner per il Piacenza al 54′ una deviazione fa impennare il pallone che si accomoda facile tra le braccia di Contini.

Al 52′ si fa avanti Bertoncini, colpo di testa da parte del centrale difensivo che colpisce con poca forza, stoppa Contini.

Nessun cambio nelle due formazioni.

Ripreso il match al “Franchi”, si decide tutto in questi 45 minuti.

Termina senza reti il primo tempo al “Franchi” tra Siena e Piacenza. Meglio complessivamente i biancorossi che collezionano calci d’angolo e vanno due volte vicino al gol, al 17’ e al 21’, su altrettante punizioni calciate da Corradi e sventate dal numero uno di casa Contini.

Al 34’ Ferrari non trova la deviazione vincente su traversone di Sestu, poi nel finale due brividi per Fumagalli: prima con la punizione di Cianci, deviata dalla barriera, che termina a lato di poco, poi con la bellissima rovesciata di Gliozzi che centra la traversa.

Da segnalare anche una rete di Nicco su azione di corner, ma l’arbitro aveva fermato il gioco per un fallo (dubbio) sull’estremo difensore senese.

Zero a zero anche a Chiavari tra Entella e Carrarese: al momento la classifica dice Piacenza 75, Entella 73.

FINITO IL PRIMO TEMPO SULLO 0 a 0

Clamorosa traversa della Robur con Gliozzi al 45′. Cross di Romagnoli e acrobazia del bianconero che colpisce in pieno in legno.

Conclusione al volo di Di Molfetta al 42′ palla che s’impenna.

Al 40′ angolo per i padroni di casa, pallone che arriva fino a Gerli che mette un nuovo cross, Fumagalli esce e blocca in due tempi.

Gol annullato all’Entella.

Porcari raccoglie una respinta di testa al 37′ di Imperiale e prova a rimettere per lo scatto di Sestu che non può però arrivare sul pallone.

Siena pericoloso al 34′ con Rossi che devia in area e costringe all’uscita di Fumagalli che fa sua la sfera.

Al 28′ rete annullata ai biancorossi. Pallone sul secondo palo dove Contini libera con un pugno, sulla respinta Nicco calcia in gol, ma il gioco era però fermo: per l’arbitro c’era un un fallo sul portiere.

Al 27′ nuovo calcio d’angolo per il Piacenza, che spinge.

Fallo in mezzo al campo su Cianci, ora guadagna metri la manovra della Robur Siena.

Buon momento del Piace che sta prendendo campo.

Al 21′ punizione magistrale di Corradi, ma Contini tocca mandando in corner.

Preme il Piace, al 18′ è Pergreffi che dagli sviluppi dell’azione d’angolo colpisce di testa col pallone che si alza rispetto alla traversa.

Occasione per Corradi al 17′ con una potente conclusione, reattivo Contini a deviare in tuffo. Sugli sviluppi dell’azione Arrigoni manda in calcio d’angolo.

Contatto tra D’Ambrosio e Ferrari in area al 15′, l’arbitro lascia correre.

Il Siena non sta a guardare, al 13′ Gerli calcia trovando la deviazione ospite, la sfera arriva facile per Fumagalli.

Buoni ritmi in questi primi scampoli di partita.

All’11’ prima occasione con Ferrari, azione in contropiede biancorosso con Sestu che serve l’ex Pistoiese che calcia in caduta: stoppa senza problemi Contini.

Un orecchio anche Virtus Entella e Carrarese ancora sullo 0 a 0

Al 5′ prima conclusione in porta, pallone ribattuto dalla difesa, prova Porcari: presa facile per Contini.

Al 4′ Spinta di Vassallo contro un biancorosso, punizione per il Piace che spinge subito.

Una leggera pioggia cade sul campo.

Fischio d’inizio, partiti al Franchi.

Ecco le formazioni di Siena e Piacenza. Franzini rinuncia al tridente e tiene Terrani in panchina. C’e Ferrari dal primo minuto.

Robur Siena (4-3-1-2): Contini; Romagnoli, D’Ambrosio, Rossi, Imperiale; Gerli, Arrigoni, Vassallo; Guberti; Cianci, Gliozzi. A disposizione: Melgrati, Comparini, Varga, Esposito, Zanon, Pedrelli, Cristiani, Bulevardi, Di Livio, Sbrissa, Fabbro, Cesarini. All. Michele Mignani

Piacenza (3-5-2): Fumagalli; Bertoncini, Pergreffi, Della Latta; Di Molfetta, Porcari, Nicco, Corradi, Barlocco; Sestu, Ferrari. A disposizione: Calore, Calzetta, Bachini, Mulas, Cauz, Silva, Marotta, Terrani, Corsinelli, Corazza, Sylla, Perez. All. Arnaldo Franzini

Arbitro: Giacomo Camplone sez. di Pescara (Ruggieri-Teodori)

Tutto in 90 minuti. Il Piacenza gioca sul campo del Siena la partita più importante della sua storia recente, che vale la promozione diretta in quella Serie B che manca dalla stagione 2010/2011.

I biancorossi, forti del preziosissimo tesoretto di due punti di vantaggio sull’Entella, sono padroni del proprio destino: con una vittoria a Siena sarebbe promozione, altrimenti bisognerà attendere notizie positive da Chiavari, dove i liguri ospitano in contemporanea la Carrarese.

In caso di arrivo a pari punti la differenza reti negli scontri diretti premierebbe l’Entella.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.