730mila euro per le nuove sedi della Protezione civile: a Fiorenzuola il centro della Val d’Arda

Bologna – Poli di protezione civile più sicuri in caso di terremoto a Parma, con l’adeguamento sismico del Centro Unificato Provinciale, a Faenza (Ra) dove sarà riqualificata la sede del Coordinamento provinciale del volontariato e a Fiorenzuola (Piacenza) dove sorgerà la nuova sede sovracomunale della Protezione civile Val d’Arda.

Una nuova Caserma dei Vigili del fuoco a Lugo, nel ravennate, un eliporto a Modena e 7 Centri operativi comunali – cuori pulsanti del sistema di protezione civile a livello locale – che potranno contare su sedi più adeguate e funzionali.

È il pacchetto di 26 interventi in tutte le province, da Piacenza a Rimini, approvato dalla Giunta regionale per potenziare la rete delle strutture di protezione civile dell’Emilia-Romagna. Sono inseriti in un Piano triennale che, fino al 2021, mette in campo quasi 3 milioni 300 mila euro.

“Far crescere la rete delle strutture di protezione civile diffuse sull’intero territorio e la dotazione delle attrezzature a loro disposizione- afferma l’assessore regionale alla Protezione civile- Paola Gazzolo -, è fondamentale per rendere le nostre comunità più resilienti e preparate ad affrontare i rischi che il cambiamento climatico rende evidenti. Si tratta di veri presidi per la sicurezza: l’Emilia-Romagna ha fatto la scelta strategica di crearne di nuove e rendere quelle esistenti moderne, efficienti ed attrezzate”. I nuovi fondi serviranno anche per migliorare e potenziare le strutture sovracomunali, acquistare attrezzature di telecomunicazione, apparati ricetrasmittenti e realizzare campi macerie per l’addestramento delle unità cinofile.

In particolare sono in arrivo a Piacenza 730 mila euro per quattro interventi; a Parma 690 mila euro per sette interventi; a Reggio Emilia 475 mila euro per tre interventi; a Modena 200 mila euro per un intervento; a Bologna 154 mila euro per quattro interventi; a Ferrara 170 mila euro per due interventi; a Ravenna 450 mila euro per due interventi; a Forlì-Cesena 250 mila euro per due interventi e infine a Rimini 150 mila euro per un intervento”.

“Con questo nuovo Piano – chiude Gazzolo – salgono a 12 milioni e mezzo di euro le risorse investite dall’avvio del mandato del presidente Bonaccini a testimonianza di un impegno costante a fianco di Comuni, Unioni e associazioni di volontariato che ha contraddistinto l’intera legislatura e ha consentito di finanziare 140 interventi nell’intera regione tra centri e dotazioni”.

19 nuovi Centri di protezione civile nel corso del mandato – Sono in tutto 19 i nuovi Centri di Protezione civile finanziati nel corso del mandato, a partire dal 2015. La loro realizzazione si unisce al potenziamento e al miglioramento di quelli già esistenti sul territorio.

In particolare, si tratta del Polo logistico nazionale a Piacenza – a cui la Regione ha finora contribuito con 1 milione 600 mila euro – e il Centro Unificato Provinciale di Ferrara; tre strutture sovracomunali a Rivergaro, Fiorenzuola e Castelvetro, nel piacentino; due magazzini a servizio della protezione civile di Villanova d’Arda e dell’Unione V. Nure Val Chero sempre in provincia di Piacenza; tre Centri operativi comunali a Fornovo (Pr), Casina e Albinea (Re) e una sede operativa della protezione civile a Cozzano di Langhirano (Pr); quattro strutture polifunzionali delle quali due nel reggianno, a Castelnovo ne Monti e a Carpineti, una Casa della Protezione civile a S. Prospero nel modenese, una struttura di prima assistenza alla popolazione a Crevalcore nel bolognese. E ancora: l’eliporto notturno a Modena; una sala radio con foresteria a Berceto, nel parmense e due caserme dei Vigili del fuoco, per il Distaccamento volontario di Luzzara nel reggiano e a Lugo, nel Ravennate.

Gli interventi in provincia di Piacenza – In provincia di Piacenza sono stati destinati complessivamente 730 mila euro per quattro interventi da realizzare nel prossimo triennio. A Fiorenzuola d’Arda verrà realizzata la nuova sede sovracomunale per la Protezione civile Val d’Arda e Centrale di soccorso alla popolazione con un contributo regionale di 300.000 euro disponibile già nel 2019.

A Piacenza, ad integrazione dei finanziamenti concessi per 1 milione e mezzo di euro, è previsto quest’anno un ulteriore contributo di 100mila per la realizzazione del nuovo edificio del Centro Unificato Provinciale. A Gragnano si provvederà all’adeguamento sismico e alla bonifica delle strutture in amianto presso il centro culturale, edificio individuato quale sede Centro Operativo Comunale e Area Accoglienza Coperta in caso di emergenza. Si tratta di un’integrazione di 100.000 che raddoppia i fondi già destinati l’anno scorso.

A Podenzano lo spostamento del Centro Operativo Comunale a valenza sovracomunale nel “Palazzo della Cultura” verrà sostenuto dalla Regione con 230 mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.