PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cinema all’aperto, 56 serate al Daturi ECCO IL PROGRAMMA

Torna dal primo luglio uno degli appuntamenti più attesi dell’estate di Piacenza. Stiamo parlando di “Cinema Sotto le Stelle”, in programma nell’arena Daturi dal primo luglio al 3 settembre.

In tutto 56 le serate, con un programma ricco e variegato che spazia dai principali titoli della recente stagione cinematografica senza trascurare nuove proposte e un omaggio alla storia del cinema, con “Toro Scatenato” di Scorsese che aprirà proprio la rassegna il primo luglio.

In Comune la conferenza stampa di presentazione della rassegna, cui hanno partecipato l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, insieme a Piero Verani, presidente dei Cinemaniaci, Alessandro Fornasari di Arci, Barbara Belzini giornalista di Libertà, e Alberto Squeri di Sterlitom, main sponsor dell’evento.

“Anche quest’anno – dichiara Alessandro Fornasari – riusciamo a proporre una buona rassegna cinematografica estiva, con un programma equilibrato che alterna i film premiati agli Oscar, ai David di Donatello e ai festival di Cannes e Venezia a opere prime o documentari, commedie a film drammatici, registi emergenti a grandi autori come Eastwood, Cuaròn, Almodòvar, Scorsese, Moretti e il nostro Bellocchio.”

“«È forse l’arena più cinefila d’Italia» mi ha scritto Bobo Roversi (presidente Ucca) quando gli ho mostrato il risultato finale della selezione” – aggiunge Piero Verani, che prosegue: “Prestiamo grande attenzione a bilanciare i vari aspetti, cerchiamo una sorta di armonia nella programmazione della settimana singola; non abbiamo paura di proporre in un’arena estiva film impegnati, che fanno riflettere o informano. Ma tranquilli, si ride anche al Daturi”.

56 lungometraggi e 1 cortometraggio piacentino. Di norma 6 film a settimana, ben 8 prime visioni, 4 opere prime (Sofia, A Star Is Born, Solo cose belle, Sulla mia pelle), 3 proiezioni in lingua originale, un film di animazione (Dilili a Parigi), 6 documentari, una dozzina di film prodotti da cinematografie minori e poco distribuite in Italia (Libano, Islanda, Danimarca, Messico, ecc.), 20 film italiani.

Sullo schermo dell’Arena Daturi i volti di De Niro, Lady Gaga, Emma Stone, Penelope Cruz, Banderas, Alba Rohrwacher, Germano, Battiston, Cooper, Accorsi, Hawke, Claudia Gerini, Jasmine Trinca, Julianne Moore, Pif, Scamarcio, Mastandrea, Favino, Borghi.

Ospiti finora confermati: Giulio Base, attore e regista per Il banchiere anarchico (giovedì 4 luglio, prima visione); Alessio Cremonini, regista di Sulla mia pelle (martedì 9 luglio); Stefano Sampaolo, regista di Mi sono divertito comunque (lunedì 15 luglio, cortometraggio); Claudio Cadei, uno degli autori di The Harvest (giovedì 18 luglio, prima visione).

Confermati diversi momenti conviviali dopo alcune proiezioni grazie alla collaborazione di Coop Alleanza 3.0, Pizzeria Tosello e Azienda vitivinicola Perini e Perini – Il Poggiarello (queste occasioni di incontro e convivialità saranno annunciate tramite social network dall’associazione Cinemaniaci).

Il consueto stage nell’ambito dell’Alternanza scuola-lavoro vede coinvolti quattro studenti provenienti dal Liceo M. Gioia nelle attività di organizzazione e comunicazione della rassegna estiva: Maria Vittoria Battaglino, Mattia Lodola, Matteo Caserini e Filippo Cambielli. Con loro anche Laura De Boni, studentessa universitaria iscritta alla magistrale allo Iulm di Milano. A coordinare le attività sui social network la giovane laureata Francesca Imbesi, esperta di social media, sotto la guida di Piero Verani che è tutor negli stage al Daturi.

L’adesione di tanti giovani è frutto di un lavoro di promozione della cultura cinematografica svolto in vari modi nel tempo: corsi di alfabetizzazione cinematografica, produzioni di cortometraggi, diffusione di contenuti e notizie sul cinema, organizzazione di rassegne cinematografiche.

“L’impegno richiesto per il nostro gruppo è forte – aggiunge Piero Verani – ma l’esperienza maturata in 15 anni di Arena Daturi e l’iniezione di giovani volontari negli ultimi anni ci permette di guardare al futuro con speranza. La consapevolezza di svolgere anche un servizio per i cittadini, specie in agosto quando la città tende a essere più vuota e meno propositiva, ci rende fieri di programmare così tanti film.”

“Dopo questa edizione – conclude Alessandro Fornasari – scadrà il bando del Comune di Piacenza, quindi per il 2020 dovremo attendere nuove indicazioni da parte dell’Amministrazione comunale sul cinema sotto le stelle. Ci auguriamo, pertanto, che il pubblico confermi il proprio apprezzamento per una manifestazione che il prossimo anno dovrà necessariamente rilanciarsi.”

ECCO IL PROGRAMMA (IN AGGIORNAMENTO)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.