PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In 17 mesi scoperti 71 evasori totali “Irregolare l’assegnazione di appalti per 81 milioni”

Un bilancio corposo quello relativo all’attività svolta nell’arco di poco meno di un anno e mezzo dalla Guardia di Finanza di Piacenza. I numeri sono stati illustrati dal comandante provinciale Daniele Sanapo nel corso di una conferenza stampa in Prefettura in occasione del 245° anniversario della fondazione del Corpo contenente.

Guardia di Finanza bilancio Prefettura

IL REPORT

Da gennaio 2018 a maggio 2019 sono stati quasi 300 gli interventi fiscali delle Fiamme Gialle in materia di imposte dirette e Iva: 88 le persone denunciate per reati fiscali, mentre le proposte di sequestro nell’ambito dei reati fiscali accertati superano i 22 milioni di euro.

71 gli evasori totali al fisco scoperti, accusati di aver evaso 10 milioni e mezzo di euro. In tema di lavoro nero sono stati eseguiti 50 interventi, e 29 nel settore delle accise. Nel comparto del gioco e scommesse sono stati effettuati 14 interventi a prevenzione del contrasto al gioco illegale. Sono state inoltre effettuate 2615 ispezioni sul rilascio scontrini fiscali, 124 controlli sul pagamento del canone Rai, 580 controlli sul trasporto merci, 61 su indici di capacità contributiva.

Per quanto riguarda il contrasto degli illeciti in materia di spesa pubblica: le frodi scoperte investono il settore dei fondi strutturali con un’indebita percezione di oltre 3 milioni e mezzo di euro e la denuncia di due persone. Quattro invece i denunciati nel settore della politica agricola, con contributi percepiti in maniera illecita per 650 mila euro. Le proposte di sequestro ammontano a oltre 3,5 milioni di euro. Sono state poi denunciate 10 persone per corruzione, peculato, concussione, abuso d’ufficio.

Significativo il dato sul controllo di appalti: “Su un valore complessivo di 87,5 milioni di euro – spiegano le Fiamme Gialle – è stata riscontrata l’irregolare assegnazione per 81 milioni”. 76 invece gli interventi sulle prestazioni sociali agevolate, “di cui il 40 % sono risultati irregolari”. I controlli in ambito medico sui ticket sanitari sono stati 26, “con irregolarità nel 77 % dei casi”.

Rilevante anche il capitolo relativo alla lotta criminalità organizzata, con il sequestro di beni per 330 mila euro, mentre le richieste di sequestro in corso superano i 2 milioni di euro. 153 in tutto le segnalazioni per operazioni sospette di riciclaggio di denaro.

In tema di lotta alla contraffazione dei marchi il bilancio indica 9 denunciati, con il sequestro di 26.500 articoli non in regola; da ricordare anche il sequestro di 7 tonnellate di carne bovina contaminata da elementi estranei. Nella lotta al traffico di droga si sono registrati 106 interventi, 9 arresti e 2 denunce, sequestrati 2,8 kg di sostanze stupefacenti.

LA VISITA DEL COMANDANTE REGIONALE – Una giornata dedicata a Piacenza quella di oggi (lunedì) da parte del Comandante regionale dell’Emilia Romagna, Generale di Divisione Giuseppe Gerli. L’alto ufficiale, sempre vicino al territorio piacentino, nell’ambito del programma delle visite ai reparti della regione, si è recato al Comando Provinciale.

Accolto dal Comandante Provinciale – Colonnello Daniele Sanapo – il Generale Gerli ha incontrato i comandanti dei reparti dipendenti e gli ufficiali alla sede ai quali ha voluto ricordare “il complesso compito quotidianamente svolto dal corpo”, ribadendo il “ruolo strategico della guardia di finanza quale presidio di legalità degli interessi economici della collettività e veicolo di giustizia sociale” e sottolineando come “la sicurezza economico – finanziaria del paese rappresenti un baluardo strategico per il sistema paese e che la sua difesa è compito imprescindibile di ogni militare del corpo”.

In tal senso – sottolineano dal Comando Provinciale – alle Fiamme Gialle piacentine è affidata la delicata missione di difendere l’economia sana della provincia ed i cittadini onesti; un mandato che non può prescindere dalle specificità tecniche e professionali che contraddistinguono il corpo.

Nel corso del proficuo incontro, il Colonnello Sanapo ha tenuto un briefing operativo nel corso del quale ha illustrato l’attività in corso di esecuzione soffermandosi sulle peculiarità che connotano il territorio piacentino. Al termine della visita, il generale Gerli ha voluto rinnovare il “rigoroso impegno” ed il “mantenimento altissimo dell’attenzione”, da parte delle Fiamme Gialle piacentine, “incessantemente e prioritariamente rivolto al contrasto delle fenomenologie criminose che insidiano e contagiano l’economia pulita del paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.