Tra gioco e formazione, i ragazzi della San Corrado soccorritori per un giorno fotogallery

Più informazioni su

Nella parrocchia di San Corrado i 140 bambini che partecipano al Grest hanno trascorso una giornata dedicata a primo soccorso, rianimazione e familiarizzazione con la chiamata al 118 insieme a Croce Rossa e all’associazione “Progetto Vita” di Piacenza.

Come spiega don Severino Mondelli, è già da qualche anno che le parrocchie di Piacenza collaborano con il 118 e Progetto Vita per organizzare giornate di gioco e formazione per i ragazzi. Quest’anno l’evento, che ha portata regionale e coinvolge la Croce Rossa Emilia Romagna, rientra in una serie di sei incontri relativi ad altri temi tra cui bullismo e alimentazione.

Le attività sono state divise fra mattina e pomeriggio: durante la mattinata i ragazzi, tra i 6 e i 12 anni, hanno preso parte a giochi formativi, preceduti da un’accurata spiegazione degli operatori di alcuni interventi, relativi all’ambito medico (uso del defibrillatore, primo soccorso, maxi-evacuazione con uso del codice colore). Nel pomeriggio c’è stata, invece, la simulazione di un intervento dell’ambulanza, con tanto di sirene e chiamata al 118.

L’evento è stato sicuramente apprezzato dai ragazzi, alcuni dei quali avevano già dimestichezza con l’uso del defibrillatore, ma non sempre con le manovre di primo soccorso, che hanno potuto apprendere attraverso il gioco e il metodo della “peer education”, educazione tra pari.

Il materiale è stato messo a disposizione dall’AUSL di Piacenza, mentre hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa il personale del pronto soccorso di Castel San Giovanni e Fiorenzuola, il personale e gli autisti del 118 di Piacenza, gli operatori Cidas i volontari di Progetto Vita e i Giovani della Croce Rossa piacentina, come precisato dalla coordinatrice infermieristica del pronto soccorso di Castel San Giovanni Paola Pelizzeni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.