PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sei Giorni delle Rose, 66 atlete ai nastri di partenza. Le inglesi “super” favorite

Manca sempre meno alla 22esima edizione della 6 Giorni delle Rose Internazionale, manifestazione di ciclismo su pista in programma al Velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola da giovedì 6 a martedì 11 giugno.

Un evento nel quale le tradizionali gare a coppie si alterneranno a quelle di classe 1 Uci, che assegnano punti validi per il ranking di qualificazione a Mondiali e Olimpiadi. Gare maschili e femminili, entrambe di livello elevatissimo. In particolare, fra le donne, saranno numerose le atlete che hanno in bacheca titoli olimpici, mondiali e continentali.

La Gran Bretagna, da anni faro del movimento, verrà a Fiorenzuola con tutte le sue atlete più forti: in primis Laura Trott (ora Laura Kenny, dopo il matrimonio con il pistard Jason Kenny, classe 92, che in carriera ha conquistato la bellezza di 4 ori olimpici, 7 mondiali e 12 europei. Con lei anche Katie Archibald, ormai un’habitué di Fiorenzuola (un’olimpiade, tre mondiali e 11 europei), Elinor Barker (un oro olimpico, quattro maglie iridate e cinque titoli continentali), Neah Evans e Jenny Holl.

Tante le rivali: oltre alla Nazionale italiana, praticamente al completo, ci sarà quella tedesca, quella neozelandese (con campionese quali Holly Edomodnston e Racquel Sheath), la Polonia con la veterana Katarzyna Pawlowska (tre mondiali), la Francia con Laurie Berthon, poi la Svizzera, l’Uzbekistan, la Russia (con Diana Klimova), la Bielorussia, l’Ucraina, la Spagna, la Repubblica Ceca con l’ex iridata Jarmila Machacova.

In totale sono ben 66 le atlete iscritte, che quindi dovranno quasi sempre correre le gare di qualificazione nel tardo pomeriggio per poi accedere alle finali. Grande attesa soprattutto per la madison, che dal 2020 sarà nel programma olimpico di Tokyo.

Le gare di Classe 1 Uci (il livello più alto) inserite nel programma della manifestazione sono: Madison, Corsa a Punti, Scratch e Omnium per uomini e donne Elite, Inseguimento Individuale per Under 23 (anche in questo caso maschile e femminile). In ogni serata invece, per la classifica della 6 Giorni a coppie si disputeranno Giro Lanciato e Madison. Prove che, come sempre, richiameranno a Fiorenzuola molti dei più forti pistard del panorama mondiale. Per quanto riguarda le gare femminili, giovedì si disputerà lo scratch, venerdì la madison, sabato l’omnium, domenica la corsa a punti e lunedì l’inseguimento individuale Under 23.

Il programma inizierà ogni sera alle 20, ad eccezione della giornata di domenica 9 giugno, quando si correrà al pomeriggio (dalle 16) perché in serata, nella vicina Castell’Arquato, è in programma un evento dedicato a Luigi Illica (grande commediografo e librettista), alla quale parteciperà anche una folta delegazione della 6 Giorni. Proprio le note di “Aurora”, inno alla bandiera argentina di Luigi Illica, apriranno la manifestazione fiorenzuolana il 6 giugno. A suonarla sarà il Sexteto Milonguero, orchestra di tango argentino che sarà fra i protagonisti della prima serata.

L’ultima invece vedrà ospite d’eccezione il soprano Paola Sanguinetti, per concludersi poi con uno spettacolo di fuochi d’artificio (tutte le info sul sito www.fiorenzuolatrack.it).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.