“Grazie alla Polizia Municipale sono riuscita a riabbracciare mio figlio”

Più informazioni su

Il ringraziamento di una mamma alla Polizia Municipale per averle consentito di riabbracciare il proprio figlio di sei anni.

E’ il contenuto della lettera che una donna ha indirizzato anche alla nostra redazione raccontando i fatti e “l’accortezza e la sensibilità” con cui sono intervenuti gli agenti della Municipale di Piacenza.

Ecco il testo rivolto alla Municipale.

Scrivo questa lettera per ringraziarVi infinitamente per il Vostro lavoro e per rendere pubblica l’accortezza e la sensibilità con la quale avete svolto un’operazione grazie alla quale ho potuto riabbracciare mio figlio.

Il mio incubo è incominciato nella serata di domenica scorsa, quando il padre del mio bimbo, di soli sei anni, ha deciso di trattenere con sé il piccolo, senza consentirmi né di vederlo né, tantomeno, di poterlo recuperare. Nonostante esistesse un provvedimento del Giudice in cui, a chiare lettere, il minore doveva essere riconsegnato alla sottoscritta la domenica, il mio ex si è letteralmente “barricato in casa”, non facendomi vedere il bambino, non permettendomi di poterlo ricondurre a casa e non consentendogli, nemmeno, di recarsi a scuola.

I giorni trascorrevano ma la situazione rimaneva immutata, così, su suggerimento del mio Avvocato, Sara Soresi, e dopo aver coinvolto l’Assessore di competenza, nella giornata di mercoledì mi sono recata presso il Vostro Corpo per sporgere querela. Qui ho trovato persone fantastiche e competenti, che mi hanno sostenuta ed incoraggiata.

Grazie al Vostro pronto intervento, giovedì pomeriggio ho potuto riabbracciare il mio bambino e portarlo a casa. Il Vostro lavoro, tuttavia, non è terminato in quel momento: notando un leggero smarrimento nel piccolo, l’avete fatto giocare, gli avete mostrato le motociclette, l’avete fatto ridere. Vi porterò sempre nel cuore.

Un ringraziamento a Silvia Bellazzini responsabile di Evita Peron, che per tutto il tempo è stata al nostro fianco in ogni spostamento, e ci ha aiutato ad affrontare questo momento traumatico.

Una mamma fortunata.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.