La “bella storia” di don Vittorio Pastori raccontata ai ragazzi del Grest

Anche Africa Mission-Cooperation and Development era presente all’edizione 2019 di GrestInsieme, che giovedì 20 giugno ha visto la partecipazione di più di mille bambini nel parco del collegio Alberoni. A loro è stata presentata, attraverso giochi e attività, la “bella storia” di don Vittorione, nel 25° anniversario della sua morte: da “ricco che era” alla scelta di lasciare tutto per aiutare i poveri dell’Africa.

“Si tratta di un bel riconoscimento, da parte della Chiesa locale, della vicenda umana e spirituale di don Vittorio Pastori, il nostro fondatore – ha spiegato il direttore di AMCD Carlo Ruspantini -. Già nel periodo pasquale la Diocesi aveva scelto la figura di Vittorione come filo rosso che legava le tematiche della Quaresima, attraverso i sussidi forniti a tutte le parrocchie della provincia”. 

La ricchezza attraverso la diversità e l’importanza dell’acqua sono state le due tematiche che il Movimento ha scelto di presentare ai giovani presenti: durante la giornata i vari gruppi hanno ricostruito un puzzle di colori diversi raffigurante don Vittorio per simboleggiare le differenze che portano ricchezza e “sperimentato” la mancanza d’acqua che affligge il Karamoja, regione nel nord-est dell’Uganda nella quale opera l’associazione piacentina.

“C’è acqua per tutti, ma non tutti hanno acqua – ha spiegato ai bambini il collaboratore di AMCD Lorenzo D’Agosta, vestito da “Super Goccia” -. Noi sprechiamo l’acqua perché crediamo sia un bene superfluo, mentre in Karamoja ogni persona dispone solo di 8-10 litri a testa per bere, lavarsi e cucinare”.

 “Questi giochi ci hanno mostrato cose che non sapevamo, è triste pensare che i nostri coetanei in Uganda non siano fortunati come noi il pensiero dei bambini della parrocchia di Nostra Signora di Lourdes -. Peccato che portare acqua in Africa non sia facile come nel gioco che Africa Mission ci ha fatto fare”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.