Pro Piacenza, ultimo atto. Il tribunale dichiara il fallimento

Più informazioni su

Proprio nell’anno del centenario arriva la parola fine per il Pro Piacenza.

A scriverla il Tribunale di Piacenza, che ha dichiarato il fallimento della società rossonera, nominando un curatore (Fabrizio Maiocchi) e fissando l’adunanza in cui si procederà per l’esame dello stato passivo al prossimo 23 ottobre.

2.162.744 euro il passivo societario stimato dal commissario giudiziale “ben superiore – viene evidenziato – a quanto indicato dalla società con l’elenco dei creditori in sede di ricorso pre-concordatario, ossia 662mila euro”.

Il Pro Piacenza, lo ricordiamo era stato escluso dal campionato lo scorso febbraio dopo la grottesca partita persa 20-0 a Cuneo, quando la società guidata dal presidente Maurizio Pannella provò, dopo tre gare non disputate, ad evitare la radiazione schierando sette giocatori, fra cui anche il massaggiatore. Una farsa che fece il giro del mondo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.