Riforma Provincia, accolto appello di Barbieri e dei sindaci di Piacenza “Ente strategico

Nota stampa inviata dalla Provincia di Piacenza

E’ stata accolta e condivisa a livello nazionale dall’Upi la sottoscrizione promossa nelle scorse settimane tra i sindaci del territorio piacentino dal Presidente della Provincia di Piacenza, Patrizia Barbieri, per rilanciare il ruolo e l’importanza delle Province. L’ordine del giorno sottoscritto da tutti i sindaci della provincia di Piacenza è stato, infatti, preso ad esempio e inviato nei giorni scorsi dal Presidente nazionale dell’Upi, Michele De Pascale, a tutti i Presidenti, Vice presidenti e consiglieri delle province italiane, al fine di una sottoscrizione da parte di tutti i sindaci e di una successiva presentazione alla Presidenza della Repubblica, al Governo, ai parlamentari e ai Presidenti di regione.

“Anche cogliendo la positiva esperienza della Provincia di Piacenza – si legge nella lettera inviata dal presidente De Pascale – il comitato direttivo UPI ha convenuto sull’importanza di replicare questa iniziativa su tutto il territorio”. “Si tratta di una iniziativa molto significativa – prosegue la lettera – che ovviamente rilanceremo sia sulla stampa nazionale che locale, perché la vicinanza di tutti i sindaci delle province italiane chiarirà quanto le polemiche e la propaganda non trovino alcun recepimento nell’azione quotidiana di risposta alle necessità dei cittadini e dei territori, e di quanto le Province siano considerate essenziali da chi amministra il Paese”.

“Ho sempre evidenziato – ribadisce il presidente della Provincia di Piacenza Patrizia Barbieri – come non sia ulteriormente tollerabile la situazione di incertezza e di precarietà in cui si trovano ad operare le Province da un punto di vista istituzionale e finanziario. A fronte di ciò, ho inteso proporre nelle scorse settimane un’iniziativa che partisse dai sindaci e che ribadisse la necessità di una Provincia forte e autorevole per il bene del territorio. Ringrazio i sindaci piacentini con cui abbiamo condiviso questa iniziativa che oggi trova l’adesione da parte dell’Upi nazionale, a testimonianza dell’urgenza di un’azione incisiva e immediata che sblocchi la situazione di stallo che si sta ancora registrando nei lavori del Tavolo per la revisione della riforma delle Province”.

L’ordine del giorno condiviso chiede, tra l’altro, al Governo di “considerare le Province quali enti strategici per il rilancio dello sviluppo del territorio, sia permettendo la messa in campo di investimenti nelle opere pubbliche e nel patrimonio in gestione, sia come strutture a sostegno degli enti locali del territorio”. E, contemporaneamente, invita il Parlamento ad “assicurare nella prossima Legge di Bilancio interventi tali da garantire ai territori e alle comunità risorse per i servizi essenziali assegnati alle Province”.

Il documento, di cui si chiede ai sindaci di tutta Italia una sottoscrizione in tempi brevi, sarà inviato alle massime cariche del Paese e depositato tramite l’UPI come atto ufficiale al Tavolo per la revisione della Riforma presso il Ministero dell’Interno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.