PiacenzaSera.it -  Notizie in tempo reale, news a Piacenza, cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scuolabus non in regola: trenta violazioni e verbali per oltre 5mila euro foto video

Trenta violazioni riscontrate e verbali per oltre 5mila euro, cifra destinata a salire.

È questo il bilancio dei controlli coordinati eseguiti da Polizia Municipale e Polstrada sugli scuolabus in servizio lungo sei linee di Piacenza. Un’attività di controllo che segue i fatti di Milano, quando fu preso in ostaggio un gruppo di bambini da un conducente di uno scuolabus.

A dare l’esito delle verifiche svolte sono stati i comandanti di Polizia Municipale, Giorgio Benvenuti, e della Polstrada, Angelo Di Legge, insieme al capo di Gabinetto della Questura Filippo Sordi Arcelli Fontana. A Piacenza il servizio di scuolabus è stato affidato dal Comune in appalto a una società esterna.

controlli scuolabus

Tra le violazioni riscontrate: il blocco delle porte di sicurezza, la mancanza degli appositi martelletti, le cinture di sicurezza non funzionanti nella maniera corretta, estintori assenti o scaduti, così come la cassetta del pronto soccorso. In un caso sia il parabrezza che il lunotto posteriore erano danneggiati e un autista aveva la patente di guida professionale scaduta. Assenti anche documenti di lavoro e carte di circolazione. Nelle foto alcune delle irregolarità riscontrate durante i controlli.

Ovviamente i mezzi non potranno circolare se non quando le violazioni saranno sanate. Il gestore ha tuttavia potuto mettere a disposizione altri scuolabus, in modo da non interrompere il servizio.

controlli scuolabus

Le linee controllate dalla Polstrada sono quelle delle scuole Don Minzoni e di Gerbido. I mezzi sono in tutto 3, della capienza complessiva di circa un centinaio di posti. La Polizia Municipale invece si è dedicata alle linee delle scuole Vittorino da Feltre e San Lazzaro. Proprio durante questi accertamenti è stato accertato che uno degli autisti aveva la patente scaduta.

“Questi controlli continueranno – anticipa Sordi Arcelli Fontana -, vogliamo essere certi che i mezzi di trasporto dedicati ai giovanissimi siano sicuri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.