Storia di una mattinata “indecente” in treno da Piacenza a Milano

Più informazioni su

Situazione treni e pendolari da Piacenza a Milano, riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera inviata da un viaggiatore piacentino che racconta l’ennesima mattinata di passione per raggiungere il proprio posto di lavoro.

Da oltre 20 anni, prima per motivi di studio e ora per lavoro mi reco ogni giorno a Milano. Vi ringrazio per aver pubblicato oggi la lettera che i consiglieri regionali hanno inviato al prefetto e all’amministratore delegato di Trenitalia.

La situazione è veramente al limite della sopportazione, e, in effetti, di questo passo i problemi di ordine pubblico si manifesteranno senz’altro. Pensate a quello che è successo stamattina al treno 2290 in partenza da Piacenza alle ore 7.06.

Il treno è partito 10 minuti in ritardo a causa dei problemi legati agli accertamenti delle autorità giudiziarie tra Codogno e Piacenza. A Lodi il treno è stato soppresso causa investimento di persona nella stazione di Milano-Lambrate.

pendolari treno

Curioso che soppressione abbia riguardato solo il nostro treno 2290 (guarda caso in arrivo da Piacenza), ma non il treno 2648 da Mantova a Milano Centrale su cui tutti i passeggeri del nostro treno sono stati fatti trasbordare. E’ veramente indecente come i pendolari piacentini vengono trattati.

Nelle foto la situazione del treno 2648 era quando è partito da Lodi (io non me la sono sentita di salire e ho preso quello dopo). La situazione è veramente allo sbando.

pendolari treno

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.