Calendasco, controlli mirati contro chi corre al volante “Rispettare le regole”

Una campagna mirata di blocchi e controlli stradali per arginare la velocità dei veicoli in transito lungo le strade di Calendasco (Piacenza). È l’iniziativa lanciata dall’amministrazione comunale, in collaborazione con la polizia municipale dell’Unione dei Comuni Bassa Val Trebbia-Val Luretta.

I risultati balzano all’occhio già nella prima settimana di attività: sono in tutto 40 i mezzi fermati e verificati. Per ora senza dare multe, ma nelle prossime settimane arriveranno anche le sanzioni per chi ama schiacciare troppo l’acceleratore.

“La velocità eccessiva dei veicoli, con tutti i pericoli che ne derivano, è tra i principali problemi segnalati dai cittadini negli incontri finora svolti nelle frazioni” – afferma il sindaco Filippo Zangrandi, da inizio luglio impegnato in un “tour” di ascolto della popolazione che mercoledì 17 luglio farà tappa a Ponte Trebbia (Via Piacenza, ore 21) e lunedì 22 a Cotrebbia Nuova (ex scuole, ore 21) -. “Serve dare un segnale di fronte alla percezione di impunità che spesso sembra essere propria sia di alcuni automobilisti che di conduttori di mezzi pesanti o agricoli: le regole ci sono e devono essere rispettate”.

Controlli della polizia municipale a Calendasco

Da qui la richiesta del primo cittadino di un potenziamento dei controlli attraverso blocchi stradali che si concentreranno in particolare a Calendasco, nelle vie Roma e Boscone; a Cotrebbia Nuova, Santimento, Soprarivo e Boscone Cusani.

“Certo, non possiamo fare miracoli: il personale della polizia municipale è impiegato in una vasta serie di attività e il tempo per stare in strada è effettivamente ridotto” – conclude Zangrandi -. “Quello disponibile, in media un’ora al giorno, sarà però impiegato per un presidio speciale destinato a verificare la velocità di chi si muove sulle nostre strade”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.