Canile di Castellarquato, FdI “Regione stanzi i contributi per metterlo a norma”

Riceviamo e pubblichiamo la nota dei consiglieri regionali di Fratelli d’Italia relativamente alla situazione del canile di Castellarquato.

Il caso del canile di Castellarquato (Piacenza), che accudisce 70 cani e 130 gatti e che da gennaio si trova senza convenzione e quindi privo dei contributi comunali, finisce al centro di un’interrogazione dei consiglieri di Fratelli d’Italia Giancarlo Tagliaferri, Fabio Callori e Michele Facci.

“La convenzione – spiegano gli esponenti di Fdi – non sarebbe stata rinnovata dalla nuova amministrazione, entrata in carica quest’anno, per la mancanza dei requisiti di agibilità della struttura, derivante da problemi strutturali al tetto e agli impianti elettrici”.

Per questo i proponenti interrogano la Giunta per sapere “se non intenda attivarsi immediatamente, tramite l’Ausl di competenza e in sinergia con il sindaco di Castellarquato, per risolvere, anche con l’eventuale individuazione di contributi regionali a cui possa attingere il Comune per i lavori di messa a norma degli impianti, il problema di agibilità della struttura e quindi si possa poi rinnovare al più presto la convenzione comunale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.