Castelli del Ducato, guida agli scorci più “instagrammabili” foto

E’ tempo di weekend e vacanze estive: per chi va in visita da luglio a settembre ai Castelli del Ducato nel territorio di Parma, Piacenza e Pontremoli- tra Emilia e Toscana – è possibile riempirsi gli occhi di meraviglia non solo all’interno dei manieri, ma anche scoprendo il paesaggio che li circonda: colline incantevoli, borghi storici medievali, piazze d’arte.

Una meraviglia da portare a casa in uno scatto.

Come? Molti tour operator hanno da qualche tempo lanciato l'”Instagram point of view “: suggestivi punti di osservazione da cui si possono ammirare alcuni manieri del circuito con l’ambiente che li abbraccia.

Si tratta in alcuni casi di scorci in prossimità del castello o anche di soste all’interno della roccaforte dove i proprietari pubblici o privati autorizzano – durante la visita guidata – un momento di sosta per lo scatto fotografico da postare poi con l’hashtag consigliato #castellidelducato

Ma quali sono a Piacenza questi scorci da sogno?

Castell’Arquato (PC) – L’angolo perfetto e quello più fotografato è lo scorcio che, varcando la soglia del portone della Rocca Viscontea, si apre sulle colline. Il colpo d’occhio è magnifico in tutte le stagioni. Nei giorni infrasettimanali la piazza e la Rocca sono raggiungibili anche in auto (salvo eventi in corso), mentre al sabato pomeriggio e durante la domenica solo a piedi o in bicicletta da via Sforza Caolzio. L’emozione: la sensazione che si prova è di pace e perfetta armonia dell’architettura con la natura.

Castello di Rivalta (PC) – Quali sono i punti preferiti per scattare magnifiche foto del Castello di Rivalta? Ce li svelano proprio i proprietari del maniero, i conti Zanardi Landi. Volete ammirare il Castello da lontano? Andate a Frazione Case Buschi nel comune di Rivergaro (PC): uscendo dal borgo di Rivalta si gira a destra prendendo la direzione per Piacenza.

A poca distanza si trova il ponte sul fiume Trebbia: lo si percorre e, una volta attraversato il fiume, si gira a destra arrivando nella frazione. Da questo punto è possibile scendere al fiume, da cui è possibile scattare splendidi scatti del Castello nella sua bellezza con un colpo d’occhio complessivo davvero spettacolare.

L’emozione: la discesa al fiume dalla Frazione Case Buschi dà modo ai turisti di raggiungere uno dei punti d’osservazione più suggestivi. Giunti sulle rive del fiume, il Castello di Rivalta colpisce con la sua grandiosa bellezza. Ammirando la sua inconfondibile sagoma, nobilitata dalla caratteristica torre del Solari, si vive una vera e propria immersione nella storia, indietro nel tempo ad un’epoca in cui le sale del maniero erano il fulcro della vita politica della zona.

Lo scatto all’interno del Castello, dove le guide si fermano per consentire qualche foto: l’ultima finestra della settecentesca Galleria dei Salotti, da cui è possibile ammirare la splendida torre del Solari. La galleria è visitabile solo quando vengono organizzate mostre all’interno del castello.

L’emozione: osservando la torre attraverso i vetri della Galleria dei Salotti è come fare un tuffo nella storia del Castello: pare quasi di sentire ancora risuonare la musica che accompagnava le danze dei nobili ospiti dei conti Zanardi Landi. Nobilitati nell’animo, i turisti possono scoprire la vita di un’antica famiglia piacentina. Ammirati dall’importanza delle gesta, ci trasforma in ambasciatori del valore storico del maniero e dell’amore dei suoi proprietari per la storia racchiusa nelle sue mura.

Castello di Gropparello (PC) – Il punto suggestivo e romantico per scattarsi un selfie è proprio davanti al ponte levatoio del Castello di Gropparello, un incantevole passaggio che accompagna i turisti dai grandi spazi del Parco delle Fiabe al maniero.

Le informazioni sono state fornite dai proprietari dei manieri.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.