Ciclismo, l’emozione di Eleonora Camilla Gasparrini (VO2 Team Pink) per il secondo oro Europeo

Primi europei in maglia azzurra in una nuova categoria, subito una straordinaria doppietta di medaglie d’oro nell’arco di tre giorni e l’avventura non è ancora terminata. Tra le protagoniste dell’Europeo Juniores e Under 23 su pista di Gand (Belgio) c’è sicuramente Eleonora Camilla Gasparrini, atleta del VO2 Team Pink che ha recitato un ruolo di primissimo piano nelle gare femminili della categoria Juniores.

Mercoledì, insieme all’altra “panterina” Sofia Collinelli e alle compagne di nazionale Matilde Vitillo (Racconigi Cycling Team), Camilla Alessio e Giorgia Catarzi (Ciclismo Insieme), la Gasparrini (torinese classe 2002, dunque al primo anno di categoria) ha conquistato la medaglia d’oro nell’Inseguimento a squadre, mentre ieri (venerdì) Eleonora si è ripetuta dominando la scena nell’Omnium.

“E’ difficile – racconta il talento piemontese, al primo anno al VO2 Team Pink dopo essere arrivata dalla Rodman Pink Power by Nonese – paragonare le emozioni delle due vittorie, perché a un livello del genere sono grandissime. Il successo del quartetto è bellissimo, anche perché c’è la condivisione del risultato frutto tra l’altro di un percorso svolto insieme. Ovviamente, è stato emozionante anche vincere l’Omnium: sinceramente non saprei scegliere a livello emotivo”.

Quindi ripercorrere il percorso che l’ha condotta sul gradino più alto del podio di ieri (venerdì). “Io sono al primo anno in categoria, certamente non posso dire di non aver avuto aspettative, anche perché chiunque sale in pista prova a vincere. Mi ero ripromessa di prenderla con calma, come un’occasione per fare esperienza, poi se fosse andata bene, meglio ancora. Nello Scratch inaugurale ho chiuso terza, forse dovevo carburare un po’, stavo bene ma non mi sono sentita molto brillante. Dalla Tempo Race (seconda prova, ndc) in poi, invece, ho iniziato a sentire una gamba buona, capire e rendermi conto di avere le capacità per riuscire a fare molto bene. Ho preso e pensato a una gara per volta, seguendo alla lettera le indicazioni del ct Edoardo Salvoldi, che mi ha pilotata in ogni gara, mentre io ho cercato di fare il mio, passo dopo passo”.

Quindi confessa. “L’Eliminazione era la mia preoccupazione più grande, superato quello scoglio, essendo in testa alla classifica, potevo gestire meglio la Corsa a punti, dovendo controllare solamente le avversarie e ho cercato di correre sulla ruota inglese. Alla penultima volata, quando ho capito di aver vinto, mi sono goduta davvero gli ultimi dieci giri. Inoltre mi sono divertita molto: era la prima gara in pista e il mio primo Omnium”.

Infine conclude. “Sono contentissima, la dedica speciale va ai miei genitori, è tutta per loro: in questi giorni, anche se correvo lontana da casa, loro son qui con me a vedere tutte le gare: devo dire un grazie immenso anche a loro”.

Domani (domenica) l’avventura delle due portacolori del VO2 Team Pink (Sofia Collinelli ed Eleonora Camilla Gasparrini) si concluderà con la partecipazione alla Madison (Americana) della categoria Donne Juniores.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.