Controlli a tappeto contro i furti in casa: rispetto al 2018 in sensibile calo

Sono in sensibile calo i furti in appartamento a Piacenza dal 2018 al 2019: lo dicono i numeri forniti dalla questura relativi al primo semestre dell’anno.

Nel 2019 sono state denunciate 160 intrusioni in casa, a fronte delle 269 denunce nei primi sei mesi del 2018. Una riduzione del 24 per cento che viene evidenziata dalla questura in occasione dell’Action day contro i furti in abitazione attuato in diverse regioni italiane dalla polizia. Una giornata di controlli straordinari che a Piacenza si sono svolti sabato scorso con l’impiego di 20 agenti di viale Malta, più quattro pattuglie del reparto prevenzione crimine da Reggio Emilia. Sono state controllate complessivamente 150 persone e 630 veicoli.

Nell’ambito dell’Action Day per i furti in abitazione, anche i carabinieri del Comando Provinciale con 40 militari hanno svolto servizi straordinari di controllo del territorio su tutta la provincia, dalla Val Tidone alla Val d’Arda, passando dalla Val Trebbia e dalla Val Nure, monitorando le principali vie di comunicazione e gli snodi più importanti, senza tuttavia tralasciare zone più periferiche ed isolate.

I militari dell’Arma hanno quindi concentrato i loro controlli nelle fasce orarie ritenute più critiche, ovvero dove è maggiore l’incidenza di furti in abitazione e truffe agli anziani, in particolare nel pomeriggio per i furti ed al mattino per le truffe, quando generalmente le persone anziane si trovano da sole in casa.

I furti in abitazione destano particolare preoccupazione – recita la nota della polizia – nella popolazione in quanto, oltre a generare un danno economico, implicano spesso un forte coinvolgimento emotivo, causando un vero e proprio trauma dovuto alla violazione della propria sfera privata. Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Direzione Centrale della Polizia Criminale, al fine di rendere sempre più incisiva l’azione di prevenzione e contrasto di tali reati, ha promosso nei giorni scorsi la realizzazione di un Action day, giornata dedicata alla lotta dei furti in appartamento, in alcune aree territoriali interessate dal fenomeno delittuoso in esame.

Sono state invitate le Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza ad esaminare in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica le misure da intraprendere in chiave preventiva e repressiva. In particolare, in Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Puglia e Sicilia, le Forze di polizia e le polizie locali hanno operato sinergicamente realizzando servizi mirati a prevenire e a contrastare in maniera strutturata i funi in abitazione, particolarmente frequenti nella stagione estiva.

Sono state intraprese, a livello locale, iniziative informative e di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini anche attraverso la distribuzione, presso centri di aggregazione, di opuscoli e vademecum con suggerimenti sulle precauzioni da adottare, in via di autotutela, per prevenire i delitti in parola o per minimizzarne i danni.

Al servizio hanno preso parte, in totale, 4.772 operatori della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie locali. Nel corso delle attività 29 persone sono state denunciate per ricettazione, 27 soggetti sono stati denunciati ed altri 13 sono stati arrestati con specifico riguardo al reato di furto in abitazione. Inoltre, sono stati sequestrati oltre 76.200 Euro e diversi effetti personali, quali provento di furto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.