Dal Mississippi al Po, si entra nel vivo tra incontri letterari e live di blues rock

La settimana del Festival Dal Mississippi al Po, sempre con base a Fiorenzuola D’Arda, si preannuncia ricca di incontri letterari e momenti live di ampio rilievo.

Giovedì 11 luglio si inizia alle 19 all’Ex Macello di Fiorenzuola, con un incontro letterario: Maurizio Galli e Aldo Pedron approfondiranno la storia della rock band americana Creedence Clearwater Revival insieme a Seba Pezzani.

Dopo i lavori di successo su Beach Boys e Ry Cooder, presentato lo scorso anno anche al Festival, continua, al ritmo serrato di un libro all’anno, la pubblicazione delle ampie biografie di band e artisti che hanno fatto la storia del rock californiano, la grande passione di Aldo Pedron, riconosciuto classificatore e collezionista seriale nonché tra le memorie storiche del giornalismo musicale italiano (Mucchio, Buscadero, Jam, Late For The Sky, solo per citare le testate più importanti di cui è stato parte integrante).

Per questa nuova avventura editoriale, Born on the Bayou – La storia dei Creedence Clearwater Revival – Arcana Edizioni, Aldo si avvale della collaborazione di Maurizio Galli (collaboratore di Mescalina, L’Isola e Magazzini Inesistenti) per un superlavoro a quattro mani che, nelle quasi 500 pagine, racconta in modo praticamente definitivo tutto ciò che novizi e appassionati devono sapere sulla mitica Band cresciuta a El Cerrito (CA) e capitanata da quel genio musicale che risponde al nome di John Fogerty.

Molto ben fatta la narrazione, che procede rigorosamente in ordine cronologico, dello srotolarsi della vita e delle vicende musicali dei CCR avvalendosi di aneddoti, storie, interviste esclusive ai protagonisti (tra i quali Stu Cook, Doug Clifford). Born On The Bayou è un libro indispensabile non solo per i fan dei Creedence ma per ogni amante della storia del rock, è un tomo da sfogliare e risfogliare, anche random, perché ti porta, ogni volta che lo si maneggia, a scoprire qualcosa di particolare che non conoscevamo.

Dopo un breve stacco, gli appuntamenti riprenderanno alle 21 e 15 in Piazza Molinari, dove, sul sagrato di San Fiorenzo, la scrittrice e sceneggiatrice romana Francesca Bertuzzi che ha dato alle stampe i romanzi thriller Il carnefice, Il sacrilegio, La belva (pubblicati da Newton Compton), racconterà il suo ultimo romanzo Fammi male, uscito nel 2018 edito da Mondadori, insieme a Luca Ponzi.

Francesca Bertuzzi abbraccia una sfida narrativa senza precedenti, scrivendo il primo thriller in cui è la vittima stessa – o per meglio dire la sua copia perfetta – a indagare sul proprio omicidio. E, con intelligenza compositiva e audacia stilistica, costruisce una storia dal ritmo irresistibile, che si divora d’un fiato come una serie tv, un romanzo ribelle e sensuale che sfugge a ogni tentativo di definizione.

Luca Ponzi, da molti anni colonna portante della redazione Rai Tre dell’Emilia Romagna, si è fatto le ossa da giornalista presso la Gazzetta di Parma. Ha pubblicato, tra gli altri, Mostri normali. Storie di morte e d’altri misteri (Mursia), una raccolta di cold case avvenuti in Emilia Romagna dagli anni ’70 a oggi, Cibo criminale. Il nuovo business della mafia italiana (Newton & Compton Editori) e Il sogno di un’oasi.

Il compito di aprire il live della quindicesima edizione del Festival Dal Mississippi al Po è stato affidato al chitarrista e cantante statunitense Popa Chubby che presenterà il suo progetto “Woodstock Special”. Popa Chubby è uno degli esponenti più importanti del blues-rock a livello internazionale: chitarrista focoso con uno stile fortemente ispirato a Jimi Hendrix e Willie Dixon, grazie alla sua energia e al suo carisma è un personaggio accattivante, uno dei più popolari ed unici nel suo genere.

Per festeggiare la sua carriera quasi trentennale, Popa Chubby ha pubblicato “Prime Cuts – The very best from the beast from the east”, selezionando personalmente dal suo vasto catalogo 15 brani che potessero testimoniare la sua produzione di “hard rocking blues”. Si esibirà con la sua band in trio insieme a Dan Hickey alla batteria e A. J. Pappas al basso.

I biglietti per il concerto (posto unico €15) si potranno acquistare la sera stessa del concerto alle casse poste ai vari punti di accesso a Piazza Molinari, online su botteghinoweb.com. Oppure all’Alphaville Dischi di Piacenza o alla libreria Fahrenheit 451 di Piacenza.

A sfondo di tutti gli appuntamenti del festival, ci saranno inoltre gli stand gastronomici del Caffe Tre Mori di Fiorenzuola D’Arda, del salumificio La Coppa e del ristorante la Vaca Loca di Turro che apriranno ogni sera alle 19 e 30 e resteranno in funzione per tutta la serata.

Venerdì 12 luglio, il Festival Dal Mississippi al Po apre il suo week end all’insegna della musica e degli incontri letterari, con la stessa formula. Aperitivo letterario alle ore 19,00 all’Ex Macello con Paolo Del Conte che racconterà “La musica nelle parole” insieme a Seba Pezzani. Dalle 20,30, in Piazza Molinari, i protagonisti del Caffè letterario saranno Davide Barilli con “L’altra Avana” e Patrick Raynal che andrà in cerca delle radici del blues con l’assistenza di Giorgio A. Lambri. La serata musicale inizierà, sul sagrato di San Fiorenzo, alle 22 con KEB’ MO’.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.