Due gemelli per la Vigor Carpaneto: dal Carpi arrivano Alessio e Andrea Ferrari

Prosegue la costruzione della linea verde della Vigor Carpaneto 1922, formazione piacentina che si appresta a vivere il terzo campionato consecutivo e della storia in serie D. Ieri era stata la volta dell’attaccante 2001 Mario Giannini, mentre ora la società biancazzurra dà il benvenuto a due suoi coetanei. Si tratta dei gemelli Alessio e Andrea Ferrari, reduci dall’esperienza nella Primavera del Carpi.

Nati il 15 gennaio 2001 e originari di Vignola (Modena), Alessio e Andrea – entrambi difensori –  di fatto sono sempre cresciuti insieme anche calcisticamente, condividendo quasi tutte (tranne una) le avventure calcistiche. Per esempio, sono reduci dalla trafila nel Carpi tra under 16, under 17 e Primavera e ora, sempre insieme, arrivano  a Carpaneto per affrontare il loro primo campionato tra i “grandi”. Alessio è un terzino sinistro, mentre Andrea può giocare nel cuore della retroguardia oppure esterno basso a destra.

“So che Carpaneto è una bella squadra – spiega Alessio Ferrari -, ho conosciuto questa realtà soprattutto grazie alle parole dell’amico Akashdeep Singh, lo scorso anno alla Vigor e con cui avevo giocato in precedenza a Carpi. Mi ha parlato molto bene dell’ambiente di Carpaneto ; come caratteristiche, sono più portato alla fase difensiva e alla corsa”.

“Anch’io – gli fa eco il gemello Andrea – sono votato alla fase difensiva, anche se mi piace giocare la palla e dribblare l’uomo. Carpaneto è una società che valorizza i giovani, sono atteso dalla prima avventura tra i grandi dove devo farmi le ossa e sarà un’esperienza che mi aiuterà molto. Oltre a Singh, conosco anche Carrozza, protagonista lo scorso anno. Il mio rapporto con Alessio? Siamo gemelli-amici, di fatto condividiamo tutto”.

“Grazie ai buoni e consolidati rapporti con il Carpi –  spiega il presidente della Vigor Giuseppe Rossetti – dopo per esempio Terranova e Tosi nel corso di queste stagioni sono arrivati adesso questi due ragazzi promettenti, che ci erano stati segnalati e che abbiamo potuto vedere anche dal vivo confermando l’impressione. Ora tocca a loro mettersi in gioco e dimostrare le loro qualità con la nostra maglia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.