Due giovani schiacciatori per la Canottieri Ongina: Perodi e Piazzi

Due schiacciatori giovani per completare il reparto di posto quattro. La Canottieri Ongina dà il benvenuto ad Alessio Perodi (2002) e Lucio Piazzi (2001), entrambi cremonesi e che faranno parte del roster giallonero che affronterà il campionato di serie B maschile.

I loro arrivi chiudono il cerchio nel ruolo sommandosi al ritorno di Sandro Caci e all’arrivo di Nicola Amorico, con la batteria di laterali completata dagli opposti Henry Miranda (confermato) e Riccardo Ferrari Ginevra (volto nuovo).

Per Alessio l’approdo alla Canottieri Ongina sarà un affare di famiglia perché papà Fausto sarà il nuovo viceallenatore giallonero, “spalla” tecnica di coach Mauro Bartolomeo. “Mio padre – racconta Alessio Perodi, che dopo l’estate frequenterà il quarto anno del liceo scientifico “Vida” di Cremona – mi aveva già allenato due stagioni fa in serie D alla Pallavolo Cremonese e con lui mi trovo bene, non mi condiziona il rapporto papà-figlio in squadra”.

Nato il 12 agosto 2002 a Cremona, arriva dallo stesso sodalizio sportivo e ha già incrociato le strade di coach Bartolomeo nella rappresentativa territoriale. Alessio è anche un talento di beach volley, specialità dove è reduce dal Trofeo delle Regioni a Cagliari in coppia con Andrea Lancianese (Volley Segrate) e dove la rappresentativa lombarda ha chiuso al settimo posto. Estate sulla sabbia (e non solo), poi da fine agosto si torna all’indoor, questa volta con la maglia di Monticelli. “Sono alto un metro e 80 centimetri, quindi rispetto ai miei compagni di squadra per altezza sono più votato alla seconda linea in questa categoria. E’ il mio primo anno in B, mi stimolava molto questa esperienza che è al contempo anche una grande opportunità: sono molto contento”.

In riva al Po, sponda piacentina, ritroverà anche un amico: Lucio Piazzi, di un anno più grande e con cui da bambini ha giocato una stagione insieme alla Pallavolo Cremonese. Nato il 9 dicembre 2001 a Cremona, anche per lui il volley è cosa di famiglia, visto che papà Massimo è allenatore e attualmente uno dei selezionatori della rappresentativa territoriale Cremona-Lodi della Fipav, oltre ad aver allenato in passato anche il figlio. Lucio arriva dal triennio al Vero Volley Monza, dove nella scorsa stagione ha giocato under 18 e serie B (sfidando la Canottieri Ongina) con Liano Petrelli allenatore.

In precedenza, under 16 e under 18 con la stessa maglia, mentre nel biennio precedente aveva giocato under 14 e under 15 con i “cugini” di Powervolley Milano. Per lui, diverse esperienze ai massimi livelli giovanili tra cui anche la partecipazione alla Final Eight di Boy League 2015 a Cesenatico. “La Canottieri Ongina – racconta Lucio, alto un metro e 87 centimetri –  mi è sempre interessata come squadra e l’ho vista come una formazione che non molla mai: quando ci ho giocato contro è sempre stata dura. A Monticelli mi aspetto un anno che mi faccia imparare tanto, di alto livello, avendo la possibilità di aver vicino giocatori di qualità e dove posso dare il mio contributo alla squadra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.