Everest Pallanuoto in B, le parole dei protagonisti “Vittoria di tutto il gruppo”

Più informazioni su

L’Everest Piacenza Pallanuoto si gode il trionfo di sabato conseguito a Roma, dove, nello spareggio che valeva la promozione in serie B, ha battuto il Valenzano Bari.

Una partita equilibrata, indimenticabile sia per l’importanza che ha avuto, sia per il rocambolesco gioco di vantaggi e svantaggi, ora dell’una, ora dell’altra squadra, che ha tenuto con il fiato sospeso tutti i presenti. Ecco le voci dei protagonisti scesi nella piscina dei mosaici del Foro Italico.

Il capitano Nicola Merlo: “Al doppio vantaggio dei baresi, acquisito nel quarto tempo, ho tirato fuori tutto quello che avevo ed ho trascinato la squadra verso il trionfo finale. E’ stata una partita memorabile ed indimenticabile. Ringrazio la società per tutto l’appoggio che ci ha dato ed un grazie anche a Fresia”.

Il veterano del gruppo, Francesco Cighetti: “Ringraziamo la squadra perché c’è stata la massima disponibilità a fare sacrifici anche nei momenti meno facili. Siamo stati tutti bravi ed un particolare ringraziamento va alla società che ci ha permesso di lavorare nel miglior modo possibile per raggiungere questo risultato. A differenza della promozione in B di sei anni fa questa ha un valore maggiore perché non c’era una stella di grandissimo spessore quale Van der Meer; è la promozione di tutto il gruppo, e sono ancora emozionato”.

Il portiere Matteo Bernardi si è espresso così:”Mi sento di dire che è stata una stagione impegnativa. Sono molto felice della partita di sabato perché è stata la somma dei risultati ottenuti e, soprattutto, del miglioramento collettivo di questi ultimi due anni. La società si è impegnata molto per noi e soprattutto per il raggiungimento di questi obiettivi, sono certo che continueremo così anche in futuro. Questa promozione è la giusta ricompensa per una squadra che ha saputo lavorare con costanza ed impegno durante l’anno, riuscendo sempre ad imparare dai propri errori. Ci siamo impegnati tanto e su tutti i fronti e questo rende onore alla squadra, alla società ed alla città stessa”.

L’altro centro, Lorenzo Fanzini:“Prima della partita avevo molta tensione ed anche paura, poi una volta sceso in acqua mi è passata. Dopo i primi due tempi sul 4 a 1 ho pensato che era fatta, poi ho iniziato a preoccuparmi quando loro sono andati a più due e ho pensato di aver perso; siamo stati noi purtroppo a farli rientrare in partita, poi abbiamo dato il meglio e le cose sono rientrate. E’ stato un anno bellissimo, nel quale ci siamo allenati tanto, è merito anche della società e di Fresia se siamo riusciti a vincere. Grazie a tutti!”.

Tra i più felici, il giovane Vittore Branca:”Sono molto soddisfatto della stagione appena conclusa: meglio di così non si poteva fare, sia dal punto di vista degli obiettivi raggiunti, sia per quanto riguarda i miglioramenti fatti dall’inizio anno, come dimostrano i risultati di questo ultimo periodo”.

Uno dei pilastri difensivi è stato Leonardo Lamoure: “Sono contento del campionato fatto perché abbiamo dimostrato la nostra forza. Ho il rammarico per le due partite perse in casa contro Busto e Torino, perché avremmo anche potuto arrivare davanti a Lodi; sono contentissimo e fiero della mia squadra del mio mister, della società che non ci ha mai fatto mancare nulla e ci ha ha dato gli stimoli giusti”.

Un altro grande protagonista di questo spareggio è stato Vincenzo Zanolli: “Inizio ringraziando tutte le persone legate all’ambiente della Piacenza Pallanuoto; qualsiasi persona che collabori la stimo e la ringrazio. E’ stato un anno fantastico, è un sogno che si realizza. Sabato mi è piaciuto il modo in cui abbiamo annullato il loro uomo di punta, che ha avuto così poco spazio e ha realizzato una sola rete. Sono contento dei due palloni recuperati, perché uno ha lanciato Alessio al gol e l’altro, a 12 secondi dalla fine, ha chiuso la gara. A mio avviso siamo una squadra molto forte caratterialmente, perché eravamo in svantaggio di due reti nell’ultimo tempo e in una finale demoralizzarsi è semplice. Questo rappresenta un punto in più a favore nostro che mi ha esaltato molto”.

Marco Mastrogiovanni ha invece aggiunto: “Nel mio doppio ruolo di allenatore dell’Under 13 e giocatore, questo è un anno da incorniciare. Bravissimi i miei giovanissimi che non hanno mai mollato e da giocatore i due obiettivi sono stati centrati da un gruppo fantastico. Speriamo di guardare avanti preparando un bel campionato.

Uno dei grandi goleador della stagione è stato Riccardo Bianchi: “E’ stata la stagione più bella della mia carriera pallanuotistica; il risultato è da attribuire non solo alla squadra, ma a tutta l’intera società che è sempre stata vicino a noi, ha creduto in noi e ci ha sostenuto in tutti i modi possibili. Un grazie anche al pubblico, sempre numeroso. Sono molto contento di tutta la stagione, perché essere una giovane squadra che matura un obiettivo come questo può fare da incentivo per una crescita ulteriore, considerando la nostra giovane età. Vorrei rivivere ancora tutta l’intera stagione mille volte…Grazie anche alla “mamma” società che ha fatto crescere questo gruppo di giovani”.

Il secondo portiere Lorenzo Sartori : “Ci siamo impegnati tantissimo su ogni fronte e questo rende merito alla nostra grande squadra, alla società ed alla città stessa. Testa ora al prossimo anno, consapevoli delle molte sfide che dovremo affrontare in serie B”.

Uno dei protagonisti assoluti della stagione è stato Leonardo Alessio: “La partita di sabato ha ripetuto un film visto anche in campionato, dove ad un certo punto c’è un black out totale e ci siamo complicati la vita da soli, per poi dimostrare come sempre la nostra tenacia ribaltando il risultato e portando a casa una vittoria che era alla nostra portata senza soffrire così tanto. La stagione è andata alla grande, perché non era un nostro obiettivo dichiarato, ma non c’è da montarsi troppo la testa: si sono viste alcune lacune, specialmente in vasca grande dove non siamo abituati a giocare”.

“La partita di sabato scorso è lo specchio della stagione – sostiene quindi  il marcatore Mattia Martini -. Sono molto contento di far parte di questa squadra che ha ancora tanto tanto da lavorare. Abbiamo potenzialità che ancora non si sono viste, ciononostante il carattere non ci è mai mancato; adesso dovremo dimostrare qualcosa di più in questo nuovo campionato più difficile, dove non si può, come quest’anno, lasciare niente al caso. Con questa squadra – e con gli eventuali rinforzi-  spero di crescere ulteriormente perché possiamo farlo e abbiamo bisogno di aiuto dalla società”.

Infine il giovanissimo Federico Nani, anche lui in grande crescita in questo finale di stagione: “Sono felicissimo di aver fatto parte di questa gloriosa, perchè di questo si tratta, formazione; i ricordi non si cancellano mai ed io ne conservo uno grandissimo”.

Interviste di Gian Biagio Cighetti

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.