A Fiorenzuola serata tra musica e arte. Inaugura la mostra “Atlantic Echoes”

Più informazioni su

Il concept della mostra d’arte contemporanea “ATLANTIC ECHOES” che inaugurerà sabato 6 luglio, dalle ore 19 negli spazi espositivi dell’Ex Macello di Fiorenzuola D’Arda (Piacenza), è assolutamente semplice: riconoscere e tributare il giusto omaggio alle contaminazioni che l’arte moderna americana ha generato sull’arte contemporanea italiana ed europea.

Esattamente come è accaduto nella musica che sarà proposta in concomitanza con i giorni di apertura della mostra, attraverso gli eventi musicali del Festival “Dal Mississippi a Po”. Fiore all’occhiello della mostra e prova del nove che quanto si sta facendo è vero, sarà un’opera dell’artista newyorkese Jean Michel Basquiat, dipinta verosimilmente in Italia nel 1980, di proprietà di un noto gallerista romano. Attorno a quest’opera, il cui valore lo si può immaginare, graviteranno una selezione di autori italiani viventi che hanno, a più riprese, in diverse occasioni, rappresentato l’eccellenza del contemporaneo, esponendo alla Biennale di Venezia, rappresentando l’arte italiana in Germania, distinguendosi per originalità e successi individuali.

Di seguito i nomi degli artisti esposti: Laura Stasi, Cloe Ferrari, Geovana Clea, Diego Maria Gradali, Michele Berlot, Giulio Giannotta, Bob Rontani, Massimo Rontani, Jean Michel Basquiat, Ranieri Fornario, Enrico Mattei, Tommaso Testi, Giovanni Iotti e Claudio Granata.

Dopo una breve pausa, in cui si potranno degustare i vini offerti dall’Azienda Agricola “Piani Castellani”, alle 22, nello spazio allestito nel cortile dell’Ex Macello, si esibiranno i ROMEA. Il collettivo dei ROMEA è nato nel 2014 dall’idea del dj e produttore Alberto Tessarin – DJ LB – che, reduce dai mondiali di scratch a Cracovia (IDA), decide di riunire un gruppo di amici musicisti per dare vita ad un progetto che troverà ispirazione nell’hip-hop, nel jazz e nell’elettronica. Ad accompagnare l’incastro di campioni e basi che girano dai turntables di DJ LB, ci sono il pianoforte di Paolo Garbin, il basso di Alessio Simoni e la batteria di Antonio Zanellato.

I ROMEA, oltre ad esplorare la dimensione musicale, si muovono anche in quella video-artistica. Grazie a collaborazioni con diversi artisti infatti, le performance live della band sono arricchite con proiezioni visual che regalano maggiore spessore comunicativo al progetto rendendo di fatto ogni concerto più “esperienziale”. Nel 2015 è uscito il primo EP autoprodotto intitolato “SS309. Anticipato dal singolo omonimo, esce il 18 febbraio il nuovo album “Madrugada”, registrato, mixato e masterizzato presso l’Alpha Dept Studio di Bologna.

Il prossimo appuntamento che anticipa il Festival è per mercoledì 10 luglio, dalle ore 19.00, nello spazio allestito nel cortile dell’Ex Macello verrà offerto un aperitivo in compagnia degli artisti della mostra d’arte contemporaneaAtlantic Echoes“, nella seconda parte della serata, dalle ore 21,30, sempre all’Ex Macello in Largo Gabrielli, ci sarà il live dei SATOYAMA QUARTET.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.