“La Regione dovrà pagare le infrastrutture di collegamento all’ospedale”

Più informazioni su

Le segreterie provinciali dei partiti di centrodestra replicano alla presa di posizione del segretario della Cgil di Piacenza sull’area del nuovo ospedale.

Ecco la nota integrale:

Il fronte sindacale delle inutili litanie e delle peggiori liturgie ogni tanto batte un colpo: questa volta per parlare a sproposito della individuazione della macro area, oggetto di futura variante urbanistica, necessaria all’Ausl per avviare‎ il percorso di progettazione.

Muti‎ e proni di fronte alla Regione, forse perché nelle mani di un fronte politico che a loro piace , che aveva motu proprio individuato, con la connivenza della precedente amministrazione comunale, nella Caserma Lusignani l’area migliore ove localizzare il nuovo ospedale e, in subordine, quella dell’ex Pertite (che ai tempi del girotondo anche i sindacati volevano solo verde), Molinari e Zilocchi (la Uil non è ancora pervenuta) protestano oggi per una scelta legittima e trasparente, dopo che per mesi hanno urlato ai quattro venti che la Giunta Barbieri non aveva ancora deciso

Avvezzi a dire tutto e il suo contrario, improvvisati urbanisti alla Molinari e fini esegeti di bandi pubblici alla Zilocchi, all’evidenza ignorano che l’amministrazione comunale senza indugi e ritardi e’ arrivata laddove probabilmente speravano che non arrivasse, e cioè ad individuare l’area che non il Comune ma la Regione o chi per essa dovrà acquistare e sulla quale non il Comune ma la Regione o chi per essa dovrà, a sua cura e spese, non solo realizzare il nuovo ospedale ma anche le infrastrutture di collegamento.

Comprendiamo bene che al fronte del No, quello stesso che da anni paralizza la città desideroso solo di partecipare a tavoli inutili e a comparsate di facciata, la decisione assunta dia fastidio. Nessun problema se ne faranno una ragione, sindacati come piazzisti d’aree molto meno pii di quanto si potesse immaginare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.