L’Everest si gioca la promozione in B “Ottima stagione, ora manca la ciliegina sulla torta”

Mancano pochissime ore allo spareggio tra l’Everest Piacenza Pallanuoto 2018 ed il Master Valenzano Bari; una partita secca, che vale la promozione in serie B, da giocare nella piscina dei mosaici del Foro Italico di Roma sabato alle 15.30.

Un’attesa molto lunga per la squadra pugliese, che ha terminato il campionato quasi due mesi fa, mentre i piacentini soltanto sabato scorso hanno chiuso il girone di ritorno. L’Everest Piacenza Pallanuoto quest’anno ha cambiato pelle e dopo anni di presidenza di Alessandro Cighetti è ora Roberto Gatti, già vice presidente, a guidare la Asd piacentina.

“Arriviamo a questo spareggio con fatica e soddisfazione, rappresenta il culmine di una stagione molto positiva, anche perché ad inizio anno non pensavamo di poter puntare alla serie B e quindi siamo naturalmente molto contenti del lavoro fatto dai ragazzi e dal loro allenatore. Questo spareggio è una partita secca, non conosciamo il valore dell’avversario e sarà un terno al lotto, dove vari fattori condizioneranno il risultato finale”. Gatti ha poi aggiunto che “comunque vada lo spareggio questa è stata una annata positiva per tutte le categorie, per gli allenatori e i dirigenti. Cercheremo di sviluppare ulteriormente questa attività sportiva a Piacenza, creando nuove opportunità per i giovani che rappresentano l’obiettivo che abbiamo sempre portato avanti”.

Più romantica, ma non per questo di meno peso, la posizione del vice presidente Fabio Clini: “Bari è una piazza che vanta tradizioni pallanuotistiche di serie A e B, per cui sarà sicuramente una partita impegnativa; scarse le informazioni sull’avversario, che comunque si presenterà con una formazione molto competitiva. Siamo molto contenti del lavoro fatto da tutti ed anche della vittoria della Coppa Lombardia.

Clini poi spinge più a fondo la sua analisi: “Ciò a cui tengo molto per i ragazzi è che loro si godano questi momenti di vita, che sono attimi impagabili per uno sportivo; li ricorderanno per tutta la vita, sono situazioni particolari che non capitano spesso e quindi spero che se le godano fino in fondo, che possano assaporarle al meglio e restino un piacevole ricordo per tutta la loro vita, al di là del risultato che, come sappiamo, è sempre aleatorio: nello sport, come nella vita, si vince e si perde, l’importante è come si affrontano le partite e le situazioni. Sono sicuro che i ragazzi daranno il massimo, come hanno fatto in tutto questo campionato”.

Un altro anello molto importante della dirigenza piacentina è il dirigente della prima squadra Villiam Martini: “Sono molto soddisfatto di questo difficile anno di transizione. Devo ringraziare i ragazzi che hanno messo anima e cuore in un’impresa che non ci immaginavamo nemmeno lontanamente. A loro va il mio elogio più grande per l’impegno e la compattezza di una squadra principalmente di amici, che sono insieme da ragazzini ed hanno iniziato questo sport per gioco. Sono stati quasi tutti a Roma da U15, proprio alla piscina dei mosaici del Foro Italico, poi ancora da U17 alla Aquachiara a Roma e da U20 a Bogliasco. Li accompagno ovunque da quando hanno 8 anni”.

“Personalmente mi levo tanto di cappello nei loro confronti, sono una forza e sono arrivati oltre le aspettative societarie, sono i nostri ragazzi. Segno che si può crescere in un vivaio e portare avanti una disciplina sportiva con grande onore. Inoltre abbiamo appena vinto la Coppa Lombardia a coronamento di questa annata. La nuova società Piacenza Pallanuoto 2018 ha messo tutte le energie disponibili e vada come vada a Roma , la soddisfazione di esserci arrivati è enorme e gratificante e ci spinge oltre, almeno con l’entusiasmo e il pensiero. Ora manca la ciliegina sulla torta”.

“Abbiamo il tecnico Fabio Fresia, che con il suo carattere mite ha portato la squadra giorno dopo giorno al risultato. Ora un ultimo occhio all’impegno di sabato, lavorando già all’organizzazione per il prossimo anno e a tutti gli atleti delle squadre giovanili che sono il motore della nostra società pallanuotistica. Grandi novità ne avremo sicuramente per la prossima stagione e mi auguro di avere ancora il pubblico fantastico che ci ha accompagnato in tutte le partite, anche in trasferta. Ringrazio tutta la dirigenza che ha messo anima ed energie per ottenere il massimo, fermo restando il grosso handicap della mancanza di una struttura natatoria adeguata”.

Occhi puntati allo spareggio, ma la sensazione è che le cose, nel sodalizio piacentino, siano comunque andate molto bene in questa stagione che sta per finire.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.