“Light and Cracks”, sculture e gioielli di Franca Franchi in mostra a Bellagio

Più informazioni su

Dopo la mostra della scorsa estate a Villa Serbelloni, l’artista piacentina Franca Franchi presenta quest’anno, nella Torre delle Arti di Bellagio (Salita Plinio, 21), la personale dal titolo Light and Cracks, sculture e gioielli, dal 20 luglio al 4 agosto 2019.

La mostra, che propone una trentina di lavori tridimensionali oltre ai gioielli, è stata preceduta dall’installazione, all’esterno della Torre, di due sculture che saranno visibili sino a settembre. La scultura luminosa dal titolo ”Bellagio 2019”, realizzata con acciaio e vetro multistrato riciclati, esprime con efficacia, per le sue caratteristiche, il linguaggio artistico ed il pensiero che viene sviluppato con le opere della mostra allestita all’interno.

La ricerca artistica, nella realizzazione sia di opere di grandi dimensioni per esterni, sia di sculture per interni che per sculture – gioiello da indossare, è volta a rappresentare, per così dire, ‘l’arte della valorizzazione della crisi’. Attraverso l’utilizzo di materiali di recupero, scarti industriali di vetro e di acciaio, materiali ‘fratturati’, graffiati, contorti, piegati, con forme casuali, comunque per l’artista ispiranti, e valorizzando le loro caratteristiche, Franca Franchi crea le sue opere. L’obiettivo è di giungere ad un tipo particolare di bellezza, diversa da quella  classica fondata sulla simmetria delle forme, una bellezza che valorizza l’asimmetria quale elemento portante di una nuova estetica, che trae le proprie radici nel pensiero Zen.

Nell’opera la ferita viene ‘illuminata’, perché in sé contiene il potere del cambiamento, di condurre ad una forma peculiare di bellezza che nasce proprio dalle crisi. Scrive Leonard Cohen: “C’è una crepa in ogni cosa ma è così che entra la luce”.

Scheda della mostra

Titolo: LIGHT AND CRACKS – Franca Franchi. Sculture e gioielli

Sede: Torre delle Arti, Salita Plinio, 21 – Bellagio, Como

Date: 20 luglio – 4 agosto 2019

Orari: tutti i giorni 10,30 – 13,30 e 14,30 – 18,00. Venerdì e sabato anche 21,00 – 22,30

Ingresso libero

NOTE BIOGRAFICHEFranca Franchi nasce nel 1961 a Piacenza. Dopo gli studi classici nella sua città e la laurea in Giurisprudenza a Parma, si dedica alla professione di avvocato dimenticando l’inclinazione artistica che fin dall’infanzia l’aveva portata a partecipare con successo a concorsi pittorici.

Alla fine del 2008, però, alcuni traumatici cambiamenti nella sua vita privata da un lato e l’incontro con la ricerca sui cristalli d’acqua del giapponese Masaru Emoto dall’altro, la spingono a risvegliare quella parte di sé che era rimasta troppo a lungo ignorata. Inizia così un periodo di forte produzione scultorea e di intensissima partecipazione a mostre ed esposizioni, sia in spazi privati che pubblici, in Italia e all’estero.

Nel 2010 nascono le sculture da indossare, piccole composizioni di paste vitree e specchio su acciaio montato su filo e nel 2011 le sculture luminose. Il linguaggio artistico di Franca Franchi gradualmente s’indirizza su forme più essenziali e monumentali, alla ricerca di una bellezza peculiare, di un’armonia fondata sull’asimmetria.

Abbandonata definitivamente la carriera forense, nel 2014 fonda, con Massimo Tosini, il Movimento “Zen in Art – per un’estetica Zen”, con mostre patrocinate dal Consolato Generale del Giappone (2014) e curate da Gillo Dorfles (2015). Nello stesso periodo presenta la collezione di gioielli “Haiku”, ispirati all’estetica Zen, alla Galleria Biffi Arte di Piacenza (2015) e alla Galleria Rossini – Gioielli d’Autore di Milano (2016).

Per le mostre più recenti si rimanda al sito www.francafranchizeninart.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.