L’italo-argentino Enzo Cena quinto acquisto della Bakery Piacenza

Più informazioni su

Si chiama Enzo Damian Cena il quinto acquisto della Bakery Piacenza. Italo-argentino nativo di Pozo del Molle (Cordoba), classe 1992 con 200 centimetri di altezza, Cena andrà a ricoprire lo spot di Ala/Centro ed insieme ad Artioli e Maggio farà parte del quintetto titolare.

L’ex Chieti ritroverà proprio Roberto Maggio, questa volta da compagno, dopo la finale tra Bakery e Virtus Cassino che per i biancorossi valse la promozione in serie A2. In quella partita il numero 17 di Cordoba si fece notare per le sue grandi doti realizzative. Doti che esplosero contro San Severo (24 punti) e che valsero la serie A2 anche per i rossoblu laziali.

Le prime dichiarazioni del terzo senior alla corte del presidente Beccari: “Voglio precisare che io ho scelto la Bakery e la squadra ha scelto me, quindi diciamo che è stato molto facile trovare un accordo. Negli ultimi anni Piacenza è sempre stata una società molto ambiziosa e bene organizzata, perciò la scelta è stata facile. 
Il pubblico che segue la squadra mi è piaciuto tanto, soprattutto quando ci siamo affrontati nella finale di Montecatini”.

“Conosco bene Federico Campanella, e mi sembra un allenatore adatto a dare una crescita alla mia carriera di giocatore. Mi aspetto una stagione di grande entusiasmo, grinta e coraggio. Sappiamo di esser capitati in un girone molto difficile e dovremo essere capaci di pensare una partita alla volta per poi arrivare gli obiettivi. La mia ambizione è quella di scendere in campo a dare il massimo, cercando di portare la città e la società il più in alto possibile”.

Hai giocatori/allenatori di riferimento, a cui ti ispiri? “Mi piacciono tanti giocatori di EuroLega ma non ne ho uno di riferimento. Un solo giocatore credo sia stato chiave nella mia piccola carriera: Manuel Carrizo (Reyer Venezia, Dinamo Sassari). E’ stato fondamentale per un salto di qualità soprattutto mentale.”

La carriera di Cena vanta numerosi successi tra promozioni e regular season chiuse sempre al vertice. Chieti (B, 2010/2011); Canicattì (DNC, 2011/2012) dove mette a referto 16.5 ppg in 32 minuti di utilizzo, con il 55% da 2 e il 23% da 3, 5.8 rimbalzi e 2 assist di media. Bisceglie (B, dal 2012 al 2015 e nel 2016/2017), e San Severo (B, 2015/2016) sono state le tappe che hanno scandito la sua crescita professionale, prima dell’exploit con Cassino.

La passata stagione l’ha vissuta a Matera, viaggiando con una media di 14.4 punti, 1.6 assist e 7.3 rimbalzi, e classificandosi come uno dei migliori centri della serie B. Con la squadra bianco-azzurra ha raggiunto la semifinale venendo poi sconfitta da San Severo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.