Lotta all’abusivismo, il Sulpl replica a Soresi “Servono controlli congiunti”

Dopo la mozione presentata da Sara Soresi, neo consigliere comunale di Fratelli d’Italia, per chiedere al Sindaco ed alla Giunta di volere interessare il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica nell’adozione di un piano d’interventi volto al deciso contrasto di ogni forma di abusivismo, arriva la risposta di Miriam Palumbo, coordinatore Area Territoriale Vasta Diccap-Sulpl (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale) 

LA NOTA – All’attuale Amministrazione nulla si può recriminare per quanto concerne l’attenzione rivolta in tema di abusivismo commerciale e lotta ai parcheggiatori abusivi e mendicanti. Infatti sindaco e assessore Zandonella, in accordo con il comandante Benvenuti hanno mantenuto un reparto dedicato che è il Nost (Nucleo Operativo Sicurezza Tattica) che oltre che del Quartiere Roma si occupa anche del controllo area mercatale per i mendicanti e i venditori abusivi e di monitorare tutti i parcheggi elencati dalla consigliera.

I controlli vengono effettuati quotidianamente, sia in divisa che in abiti civili; la consigliera può verificare personalmente l’ingente numero di sanzioni elevate per violazione al Regolamento di Polizia Urbana relativamente alla questua; può verificare i numerosi verbali contestati per violazione dell’art. 7 c.15 bis CdS per l’attività di parcheggiatore abusivo; può verificare tutta la merce sequestrata e può verificare anche i tantissimi ordini di allontanamento notificati, a più riprese, anche nell’arco delle 48 ore, sia ai mendicanti che ai fastidiosissimi parcheggiatori abusivi.

Dovrebbe anche chiedere quanti di questi Oda sono stati trasformati in mini Daspo dalla locale Questura, poichè questo sarebbe un dato davvero interessante. Quello che la consigliera dovrebbe proporre sono controlli congiunti con Questura e Carabinieri poichè forse la consigliera non sa che la Polizia Locale non può accedere alla banca dati SDI ed ogni volta che si imbatte in uno straniero e si rende necessaria l’identificazione e quindi il foto-segnalamento (a cui spesso segue anche il lunghissimo piantonamento) questo comporta un notevole dispendio di tempo che toglie la pattuglia operante dalla strada; cosa che potrebbe essere limitata se il servizio potesse essere svolto congiuntamente con i Colleghi di PS e CC.

I mendicanti e venditori abusivi sul mercato e in via xx Settembre, sono quasi del tutto scomparsi, grazie all’operato costante nel tempo della Polizia Locale. Rimane il problema dei parcheggiatori abusivi in Piazza Cittadella, V.le Malta e Ospedale. Ma certo non può essere risolto da una o due pattuglie, in quanto le vie di fuga sono tante; quegli stranieri che si sono impadroniti di quei territori, pur essendo stati multati e allontanati ripetutamente, evidentemente avvertono un senso di impunità, diffuso in tutta Italia.

Alla vista degli agenti, in borghese o in divisa molte volte scappano come pantere (anche nei sotterranei dell’Ospedale) e noi dobbiamo pensare come prima cosa ad evitare che qualche cittadino possa essere travolto e farsi male. Nemmeno è pensabile istituire nuovamente un presidio fisso di ore, poichè come dimostrato, non risolve il problema. Confermiamo che i cittadini sono esasperati da questi parcheggiatori, ma convengono anche sul fatto che la Polizia Locale c’è sempre e sono consapevoli dei contesti difficili in cui si opera. Unica soluzione per arginare seriamente il problema sono i controlli congiunti, sempre efficaci a garantire veramente la Sicurezza del territorio. Ribadiamo che a nostro avviso il sindaco Barbieri e l’assessore alla Sicurezza, su questa problematica hanno da sempre mostrato molta attenzione.

Giusta invece la proposta della Consigliera di pretendere che Apcoa si attivi per stampare la targa sui ticket del parcometro, cosa già attuata da anni in tantissime città e piccoli comuni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.