Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Cinema

Mastandrea e Martegiani protagonisti della seconda serata del Bobbio Fest fotogallery

Dopo la serata inaugurale di sabato 27 luglio con “Il Traditore”, che ha dato il via ufficiale al Bobbio Film Festival 2019, la domenica della rassegna ha visto protagonista Valerio Mastandrea con il suo debutto alla regia, “Ride”, insieme alla protagonista della pellicola Chiara Martegiani.

Chiostro di San Colombano gremito e molti applausi, ieri, per questo film che percorre una tematica cogente, indagando “il senso di colpa dei vivi che non riescono a versare lacrime” (Giuseppe Grossi, Movieplayer.it): manca solo un giorno alle esequie pubbliche di Mauro Secondari, giovane operaio scomparso prematuramente in un incidente sul lavoro. La compagna Carolina e il figlio di dieci anni, in procinto di prendere parte alla commemorazione, non sanno come elaborare il lutto, né affrontare tutti coloro che desiderano darle conforto in maniera invadente.

Vivace il dibattito successivo, moderato da Enrico Magrelli: molte le domande da parte del pubblico. Tra curiosità, argomenti più leggeri e tematiche straordinariamente attuali (dalle scelte registiche a quelle del tema dei diritti dei lavoratori), Mastandrea e Martegiani hanno risposto concedendosi generosamente e con dovizia di particolari, in particolare sulla genesi della pellicola, sulle scelte attoriali, sul modus operandi con cui il film è stato concepito.

Il Bobbio Film Festival non ferma la sua corsa e lunedì 29 luglio alle 21.15 vedrà il regista Ciro d’Emilio confrontarsi con il pubblico dopo la proiezione di “Un giorno all’improvviso”, sua opera prima: con Anna Foglietta, il film racconta “una storia di amore incondizionato e di fedeltà dove il calcio rappresenta la speranza di una vita migliore” (Costanza Morabito, Cinematografo.it). Il diciassettenne Antonio si divide tra la pompa di benzina, il campo di calcio e lo spazio familiare che condivide con sua madre, la problematica Miriam. Solo sul campo da calcio Antonio può pensare a se stesso, agli amici Peppe e Stefano, quindi al suo avvenire. Michele, un talent scout, crede in lui e gli offre una chance: la Primavera del Parma Calcio.

Il Bobbio Film Festival si avvale della direzione artistica di Fondazione Fare Cinema, presieduta da Marco Bellocchio e diretta da Paola Pedrazzini; biglietteria e logistica a cura del comune di Bobbio. (nota stampa)

Biglietti e abbonamenti – I biglietti e gli abbonamenti possono essere acquistati: on line al sito www.comune.bobbio.pc.it oppure a Bobbio presso l’ufficio IAT (Piazza San Francesco) dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 18.00 tutti i giorni dall’inizio festival; le sere delle proiezioni anche dalle 19.30 alle 21.30 presso chiostro di San Colombano, piazza Santa Fara. Per informazioni sull’acquisto di biglietti e abbonamenti: iat.bobbio@sintranet.it

Informazioni: Per informazioni sui programmi, le attività, gli ospiti del festival consultare il sito www.fondazionefarecinema.it o scrivere a info@fondazionefarecinema.it

Per informazioni logistiche: IAT del Comune di Bobbio, Piazza San Francesco, 29022 Bobbio (Pc), tel 0523 962815

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.