Maxisequestro dei Nas: 8mila compresse sospettate di contenere principi dopanti

Continua senza sosta l’attività di contrasto al commercio di sostanze dopanti da parte dei carabinieri del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute.

Con una nota diffusa dal Ministero della Salute viene comunicato che i militari del Nas di Parma, nel corso di un’ispezione presso una nota azienda di commercio elettronico della provincia di Piacenza, ha effettuato un sequestro cautelativo di circa 8mila confezioni contenenti compresse, dichiarate integratori alimentari, ma dal possibile contenuto di principi attivi dopanti che saranno verificati, nei prossimi giorni, attraverso accurate analisi di laboratorio.

Il valore commerciale dei prodotti sequestrati ammonta a quasi mezzo milione di euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.