Sempre più export e disoccupazione in calo, un 2018 positivo per l’economia piacentina

Un 2018 molto positivo per l’economia provinciale. Lo dicono i dati elaborati dalla rivista online Piacenz@Economia, che contiene i risultati relativi all’andamento del sistema piacentino a consuntivo dell’anno 2018, e restituisce un quadro con tante luci e poche ombre della congiuntura registrata nel contesto di Piacenza.

Sotto la lente sono finite le tendenze a livello di popolazione, imprese, turismo, mercato del lavoro e credito: sono stati prevalenti – anche nel 2018 – i segnali di miglioramento rispetto alle situazioni di criticità, confermando con questo un trend di ripresa, in atto da alcuni anni.

Queste le principali dinamiche sperimentate nel 2018 dal nostro sistema socio-economico locale rispetto al 2017 (SCARICA IL REPORT INTEGRALE):

– congiuntura particolarmente positiva dell’industria manifatturiera, con incrementi di produzione e fatturato, specie estero, che risultano superiori a quelli regionali;

– forte accelerazione dell’interscambio con l’estero, grazie all’aumento delle esportazioni in valore di quasi il 20% (con un picco per il settore alimentare pari a +58%), e all’aumento delle importazioni del 13%, in entrambi i casi superiori alle variazioni registrate a livello regionale e nazionale, e a testimoniare il crescente grado di internazionalizzazione dell’economia piacentina;

stock delle imprese ancora in riduzione (il calo è in atto dal 2012): in sofferenza sono come sempre le ditte individuali e le società di persone, le imprese artigiane e quelle dell’agricoltura, dell’edilizia e del commercio, mentre crescono le società di capitali, le imprese a titolarità straniera e le imprese dei servizi;

flussi turistici in netta ripresa, grazie anche agli arrivi (e alle presenze) più consistenti degli stranieri;

mercato del lavoro che cede – rispetto al 2017 – qualche frazione di punto percentuale del tasso di attività e del tasso di occupazione (quando a livello nazionale e regionale questi indici aumentano), ma che evidenzia anche risultati positivi per il tasso di disoccupazione (ancora in discesa), per il saldo avviamenti-cessazioni (specie sul versante del lavoro a tempo indeterminato), e per la Cassa integrazione (in calo);

popolazione residente complessiva in leggerissimo aumento, grazie alla crescita più sostenuta della popolazione straniera, e che va a compensare il calo della popolazione di nazionalità italiana.

sintesi economia 2018

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.