“Sistema emergenza 118 garantisce massima sicurezza: a Farini servizio potenziato in estate”

“Voglio rassicurare tutti i cittadini della Valnure: la Direzione dell’Azienda USL intende assolutamente mantenere l’attuale organizzazione della postazione di emergenza anche per i prossimi anni.”

Così il direttore generale Luca Baldino interviene in merito al presidio di emergenza – urgenza di Farini (Piacenza). Il servizio a disposizione degli abitanti e dei turisti della Valnure – precisa l’Ausl – si arricchisce nei weekend dal 13 luglio alla fine di agosto della presenza del medico anche di notte: “La collaborazione tra il Sindaco di Farini Cristian Poggioli e la Direzione dell’Azienda USL di Piacenza, ha permesso di potenziare il servizio”.

“Anche quest’anno – continua il Direttore Baldino – anche se diventa sempre più difficile reperire personale medico disponibile a lavorare per la sanità pubblica, siamo riusciti a potenziare il personale al servizio della sicurezza di quanti approfittando dei mesi estivi intendono passare le vacanze sulle nostre colline: abbiamo messo a loro disposizione il medico anche nelle ore notturne di sabato e domenica”. In questi turni – viene spiegato – il medico uscirà sui codici di gravità maggiore sull’auto aziendale insieme a infermiere e autista soccorritore della Azienda e ambulanza di base della CRI.

“Il medico che effettuerà questi turni è il Dr Gabriele Rauli, che fino a un anno fa ha svolto servizio nel nostro sistema 118, affiancando l’ottimo lavoro dei professionisti del soccorso del 118. L’Azienda Usl ha già avviato una nuova selezione per un incarico di medico specializzato in medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza da assumere con contratto libero professionale. I medici interessati potranno fare domanda di partecipazione entro il prossimo 23 luglio”.

La direzione dell’Azienda Usl di Piacenza ribadisce poi “con forza” che l’organizzazione complessiva del sistema dell’emergenza urgenza 118, di tutta la provincia è tale da “garantire la massima sicurezza ai cittadini che si rivolgono a questo servizio essenziale”.

“Si tratta di un sistema – afferma Baldino – che vede alleati infermieri che seguono una formazione continua, specifica e approfondita per il mantenimento delle competenze in materia delle principali patologie tempo dipendenti e medici di emergenza territoriali. I protocolli che disciplinano l’assistenza sono condivisi, applicati e continuamente monitorati.

“Gli infermieri ormai da tempo hanno un ruolo strategico nel sistema di emergenza territoriale 118: sono il punto di collegamento per la maggior parte delle postazioni, in costante rapporto con la componente medica e di supporto alla rete del Volontariato ed intervengono con successo applicando i protocolli regionali salvavita. Gli autisti soccorritori garantiscono il necessario supporto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.