Sperimentazione nei canali della bassa val d’Arda, alghe rimosse con una piccola imbarcazione

Più informazioni su

Siamo all’apice della stagione irrigua e, in bassa Val d’Arda, l’acqua viene pompata da Po e immessa in un circuito di canali con quote diverse. Qui le alte temperature e la presenza costante di acqua nei canali, unita allo scorrimento lento della risorsa, favoriscono la proliferazione di alghe che se non rimosse ostruiscono griglie, pompe di sollevamento, condotte e sottopassi irrigui.

“Fino a ieri – spiega Fausto Zermani, Presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza – il personale del consorzio rimuoveva la pianta acquatica manualmente e, nei periodi più caldi della stagione, anche 24 ore su 24. Oggi, invece, è partita in via sperimentale la rimozione meccanica delle alghe grazie all’impiego di una piccola imbarcazione, che immessa nei canali e con l’aiuto di frese riesce a muovere i sedimenti in alveo e a estirpare le radici delle alghe rallentandone la crescita, con un risparmio di tempo e di risorse e ottenendo anche un miglior deflusso dell’acqua”

“Con questa imbarcazione – continua Danilo Savi, tecnico responsabile della zona dell’Arda -, le alghe vengono rimosse in modo assolutamente naturale e ricrescono ogni 15-20 giorni”. “Il personale, al fine di garantire la massima efficienza nella gestione e nella distribuzione, sta monitorando l’attività sperimentale in modo costante e continuato” – conclude Fausto Zermani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.