Statale 45 osservata speciale “Troppi locali lungo la strada, soste e accessi da regolare” foto

Una riunione per discutere di viabilità sulla Statale 45 e sulla Via Emilia e per iniziare ad individuare soluzioni condivise in termini di sicurezza e tutela dei cittadini.

L’incontro del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza si è tenuto significativamente a Rivergaro, nella mattinata di venerdì 26 luglio alla Casa Comunale, alla presenza del prefetto di Piacenza, Maurizio Falco, del sindaco di Rivergaro, Andrea Albasi del questore di Piacenza, Pietro Ostuni, del vicepresidente della Provincia, Sergio Bursi e i vertici di Carabinieri, Finanza, Anas e Polizia Stradale.

Il prefetto ha manifestato la volontà di “sezionare la viabilità piacentina, strada strategica per strada strategica e nel più breve tempo possibile tracciare dei punti dove le infrastrutture si rivelano particolarmente critiche e pericolose. E suggerire con Anas e gli altri enti proprietari tutti gli interventi immediati che si possano fare, compresa una cartellonistica più attenta e leggibile. “Ci saranno – ha aggiunto – anche nuovi autovelox ma ci guarderemo bene e vogliamo dare una rivisitazione dei punti più pericolosi facendo capire ai cittadini il perchè delle nostre azioni. Presto faremo anche una riunione a Bobbio, altra località importante per la Statale 45”.

Diverse le proposte sul tavolo, al centro del confronto: come l’installazione di nuovi autovelox (come a Fabiano di Rivergaro), e – di concerto con Anas – una cartellonistica stradale più fresca e nuova con eventuali nuovi impianti semaforici.

Facendo riferimento al recente incidente mortale che ha visto coinvolti due giovani all’ingresso di una discoteca, ed entrando più nel merito degli interventi sulla Statale 45, si è parlato della necessità di una nuova rotonda all’altezza di Ancarano, di rivedere anche il bivio per Rivalta, all’altezza del Ristorante Bellaria, e l’innesto della strada per Pieve Dugliara sempre dalla Statale 45. Fondamentale anche un nuovo giro di vite nei controlli, con postazioni per misurare velocità e fare alcol e droga test in cui vengano coinvolte tute le forze dell’ordine, Municipale compresa.

Una riflessione del questore Ostuni ha riguardato la presenza di alcune decine di locali ed esercizi pubblici lungo il tracciato della Statale 45: “Occorre fare una riflessione su questo – ha sottolineato – perchè non si può usare la statale, arteria ad alto scorrimento, come via di accesso e di deflusso”. “I parcheggi adiacenti alla Statale 45 di questi locali spesso mancano di cartelli che indicano posto liberi. Inoltre occorre rispettare gli orari di chiusura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.