Un premio Illica nel segno della lirica con il Gala d’opera a Castellarquato fotogallery

Sotto lo sguardo imponente e severo della storica Torre Antica, illuminata da un suggestivo alone rosso, nella splendida e secolare Piazza del Municipio, gremita in ogni ordine di posto, Castell’Arquato ha reso omaggio al suo più celebre cittadino, il giornalista, scrittore, ma ancor meglio conosciuto come librettista d’opere (circa una settantina), Luigi Illica, in occasione del centenario della sua morte, dedicandogli un gradevolissimo Gala d’opera (VI° Festival Illica) con l’assegnazione del XXXI° Premio Luigi Illica.

Applauditi protagonisti della serata, accompagnati dall’orchestra “I Musici di Parma” diretta dal maestro Sergio Alapont, sono stati i giovani cantanti Maria Novella Malfatti (soprano), Chiara Mogini (soprano), Ragaa El Din (tenore), Facundo Munoz (tenore) e Jame Eduardo (baritono), oltre, naturalmente, all’affermata mezzo soprano Sarah M. Punga ed ai due grandi cantanti internazionali Lucio Gallo (baritono) e Stefano Secco (tenore), a cui sono andati i premi “Luigi Illica”, che hanno dato sfoggio delle loro qualità artistiche interpretando brani tratti dalla “Tosca”, “Andrea Chenier”, “Manon Lescaut”, “Boheme”, “Madame Butterfly”, “Carmen”, “Adriana Lecouvreur”, per finire con il brindisi della “Traviata” intervallati dalle toccanti musiche di Nino Rota e Riz Ortolani.

Non ha potuto, invece, partecipare per importanti impegni professionali l’altra cantante premiata col premio “Illica”, la soprano Aprile Millo. Il premio speciale l’Illica d’oro è andato al maestro Ennio Morricone presente, però, solo con un suo splendido e coinvolgente filmato. Gli altri premi Luigi Illica sono andati al critico d’arte Philippe Daverio, sempre brillante nella sua locuzione di ringraziamento, e l’assente compositore Marco Tutino.

Presentati con signorilità e competenza dal musicologo Paolo Zoppi si sono alternati sul palco per le premiazioni e per i saluti ed i ringraziamenti di rito il sindaco Bersani, l’assessore alla cultura Gilda Boiardi, la direttrice artistica Vivien Hewitt e gli ospiti d’onore, consegnatari dei premi, il rappresentante della Fondazione Piacenza e Vigevano, Giorgio Milani ed il direttore di Libertà Pietro Visconti.

Luigi Carini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.