A Montelbolzone rinasce la chiesa di Santa Maria Assunta foto

A Montelbolzone rinasce la chiesa di Santa Maria Assunta. Anche l’avvocato Corrado Sforza Fogliani, presidente Comitato Esecutivo della Banca di Piacenza, ha partecipato alle celebrazioni nel giorno di Ferragosto nella piccola frazione nel territorio comunale di Agazzano (Piacenza), dove l’Istituto di credito di via Mazzini ha dato un importante contributo per i lavori di restauro.

Montebolzone è un antico borgo che vanta una torre medievale. Il suo nome deriva da “bolzone”, dal tedesco “bolzen”, la testa in ferro dell’ariete. Di questa fortificazione non è nota la data di fondazione; la prima data certa è la sua distruzione nel 1243, per mano di pavesi e tedeschi al servizio dell’imperatore Federico II di Svevia. Nel 1360 era possesso di Giovanni Confalonieri.

Nel XV secolo fu degli Arcelli, signori della contea di Castel San Giovanni e Borgonovo, e poi dei Visconti, dei Dal Verme e dal 1451 nella Contea di Borgonovo degli Sforza fino al 1679, anno della morte dell’ultimo conte di Borgonovo, Alessandro III Sforza. Passò quindi ai fratelli Carlo e Antonio Maria Volpari, dai loro eredi venne venduto, verso la metà del 1800 agli Scotti.

“Ecco che – commenta Sforza Fogliani – grazie all’iniziativa privata, nella fattispecie della Banca di Piacenza, sempre attenta al territorio, rinasce e si valorizza il piccolo borgo, che resiste nonostante tutti gli ostacoli che quelli del pubblico seminano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.