Quantcast

Gestire l’economia familiare: dalle spese quotidiane al calcolo della pensione

Più informazioni su

Alcune volte può essere davvero difficile tenere a mente tutte le spese e le entrate di una famiglia. E lo stesso discorso può essere applicato alla singola persona, dato che anche chi vive da solo può fare confusione e non ricordare ogni cosa.

Spesso non ci rendiamo conto di quanto spendiamo, perché molte di queste voci di costo passano inosservate, in quanto diventano routine. Però, poi, quando si tratta di fare i conti saltano fuori e ci fanno capire che stiamo sbagliando qualcosa, nella gestione delle nostre risorse.

Così spesso capita che quando arriva un particolare momento di difficoltà economica, non siamo in grado di far fronte alle necessità del caso. Per questo oggi vedremo tutti i migliori consigli per gestire l’economia familiare.

Come tenere un bilancio familiare

La prima cosa da fare è stabilire un budget, e creare un file con tutte le entrate e le spese in famiglia. Nel farlo bisogna anche fissare degli obiettivi specifici, come nel caso delle somme da mettere da parte per l’istruzione di un figlio.

In queste voci rientra anche l’accumulo di denaro per la propria pensione: qui è bene pianificare il tutto con largo anticipo, e nel caso provvedere alla stipula di un piano pensato proprio per questo, sul sito di Helvetia ad esempio puoi scoprire i piani individuali pensionistici, per far fronte a questa situazione.

Inoltre, si suggerisce di mettere da parte ogni mese una certa somma da destinare all’estinzione dei propri debiti. La regola del 50-20-30 può rivelarsi molto utile, in tal senso: il 50% del reddito va destinato alle spese essenziali, il 20% alla copertura dei debiti, ai fondi di risparmio o agli investimenti, il 30% alle spese accessorie. Ad ogni modo, sappi che esistono una serie di soluzioni tecnologiche che possono aiutarti.

La tecnologia al servizio del bilancio

Come anticipato poco sopra, oggi esiste la possibilità di sfruttare le nuove tecnologie per provvedere al bilancio familiare o personale, e qui facciamo riferimento soprattutto alle app per smartphone.

Si parla ad esempio di Expense Manager, ottima per la creazione di un bilancio familiare, attraverso l’inserimento delle spese e di altre voci. Un’altra app che sa come dimostrarsi utile è Fast Budget, che presenta bene o male le stesse opzioni della precedente. In realtà l’elenco è molto lungo, e include pure Monefy: un applicativo che, a differenza dei precedenti, cura anche la parte grafica e il design, per rendere il tutto molto più intuitivo. Infine Money Pro, forse l’app migliore per la gestione della propria contabilità.

Infine è bene citare la possibilità del calcolo della pensione con il servizio Inps, ovvero “La mia pensione”: si tratta di un vero e proprio simulatore che tiene in conto diversi parametri.

In conclusione, il bilancio è essenziale anche per le famiglie, perché consente di tenere conto delle spese, e di intervenire su quelle superflue.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.