Grandine, Foti (Fratelli d’Italia): “Decretare stato di calamità naturale”

“E’ indispensabile ed urgente decretare lo stato di calamità naturale”. Non ha dubbi Tommaso Foti, deputato di Fratelli d’Italia, che ha tempestivamente interessato il Ministro dell’agricoltura Centinaio in merito alle pesanti grandinate che hanno investito le valli piacentine.

“Gli accadimenti di venerdì – scrive Foti in una interrogazione parlamentare – hanno danneggiato sino al 70% delle colture in Valtidone, Valtrebbia, Valchero e Valluretta. E’ di tutta evidenza che danni di questa entità richiedano l’immediata mobilitazione delle istituzioni. Fenomeni atmosferici di questo tipo, prima solo eccezionali, sono purtroppo divenuti una sconfortante consuetudine”.

Il deputato di Fratelli d’Italia si dichiara “vicino ai cittadini colpiti, con particolare riferimento a quelli del mondo agricolo che, ancora una volta, devono fare fronte all’inclemenza degli agenti atmosferici”. Per Foti la strada da percorrersi è chiara: “Si provveda immediatamente a richiedere, per i territori interessati, lo stato di emergenza da parte della regione Emilia-Romagna, nonché il riconoscimento dello stato di calamità naturale per i danni all’agricoltura. Una richiesta rispetto a cui ci attendiamo urgente riscontro e lo stanziamento di adeguate risorse da parte del Ministero delle politiche agricole”.

Richiedere lo stato di calamità per gli straordinari eventi atmosferici che hanno colpito le valli piacentine nel pomeriggio del 2 agosto. A chiederlo è anche il gruppo di Fratelli d’Italia con una interrogazione alla Giunta regionale.

“Le ingenti grandinate, seguite da forti raffiche di vento, che hanno colpito nella giornata di ieri la Valtrebbia, la Valtidone, la Valchero e la Valluretta, – spiega Giancarlo Tagliaferri – hanno creato gravi danni alle coltivazioni con particolare riferimento al mais, al pomodoro ed alla vite. Si sono visti campi completamente ricoperti di ghiaccio, tanto da spingere alcuni agricoltori a quantificare la perdita del raccolto in quote che si aggirano attorno al 70%. Le testimonianze raccolte dalla stampa locale descrivono uno scenario allarmante, con ingenti danni, causati dalla grandine e dal forte vento, anche alle strutture, in particolar modo alle coperture e alle autovetture”.

“La Regione deve intervenire con urgenza. Fratelli d’Italia – conclude Tagliaferri –, sollecitando la Giunta regionale ad avanzare la dichiarazione dello stato di calamità a livello nazionale, chiede se la Giunta intenda assumere l’impegno di intervenire con fondi propri, disponendo provvedimenti straordinari di carattere risarcitorio, proprio come fatto recentemente in Romagna”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.