In vendita dal 26 agosto gli abbonamenti ferroviari annuali e mensili

Più informazioni su

In vendita da lunedì 26 agosto gli abbonamenti ferroviari regionali – annuali e mensili – con inizio validità 1 settembre.

In linea con il percorso di dematerializzazione degli abbonamenti ferroviari avviato dalla Regione Emilia–Romagna, tutti gli abbonamenti regionali Trenitalia possono già essere caricati sulla carta Unica Emilia-Romagna, la smart card con tecnologia contactless emessa da Trenitalia.

Il possesso della carta Unica (o della tessera Mi Muovo) è indispensabile per l’acquisto degli abbonamenti annuali integrati ferro/gomma sia a tariffa intera sia ridotta studenti. Il caricamento dell’abbonamento potrà poi avvenire presso le biglietterie ferroviarie o le self service Trenitalia della regione.

A tutti gli abbonati – annuali e mensili – per relazioni superiori a 10 chilometri con origine o destinazione nelle città di Bologna, Carpi, Cesena, Faenza, Ferrara, Forlì, Imola, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini, verrà rilasciato anche quest’anno l’abbonamento integrato treno-bus Mi Muovo anche in Città – nato l’estate scorsa per iniziativa della Regione Emilia-Romagna – che consente l’utilizzo gratuito del trasporto urbano.

Gli abbonati che ancora non possiedono la carta Unica Emilia-Romagna possono richiederla, gratuitamente, nelle 13 stazioni interessate dall’integrazione tariffaria.

E’ necessario compilare un modulo (scaricabile anche on line su trenitalia.com – sezione Trasporto regionale Emilia Romagna), allegare una foto tessera ed esibire un documento di identità valido. (Per maggiori informazioni clicca qui).

Mercoledì 28, giovedì 29, venerdì 30 agosto e lunedì 2, martedì 3 e mercoledì 4 settembre – dalle 7.30 alle 13.30 – personale Trenitalia sarà presente anche nelle stazioni di Fiorenzuola e Lugo per fornire informazioni e agevolare le operazioni di richiesta della carta Unica e di acquisto/caricamento dell’abbonamento.

Fra i vantaggi di carta Unica, oltre a una maggiore praticità e al riconoscimento automatico da parte dei sistemi di controllo di treni e bus, anche una migliore conservazione nel tempo e procedure di duplicazione più veloci in caso di smarrimento o furto.

Gli abbonati a percorsi compresi fra una delle 13 città integrabili e una città fuori regione, se residenti in Emilia-Romagna, possono chiedere l’integrazione gratuita al trasporto urbano direttamente alle imprese TPL che provvederanno al caricamento su tessera Mi Muovo. (nota stampa)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.