“La case scolastiche di Ferriere” progettate da giovani geometri. Sabato la presentazione del libro

Sabato 3 agosto alle ore 17 presso il municipio di Ferriere verrà presentato il libro “Le case scolastiche di Ferriere. Un bene culturale dell’Appennino”.

Case scolastiche così venivano chiamate le scuole elementari nei dibattiti politici del giovane paese da poco unificato e a Ferriere, una terra tra le montagne, organizzato da sempre in microscopici paesi e altrettante case sparse, vedeva nel 1926 la localizzazione dei primi edifici scolastici a Rocca e Centenaro. La loro costruzione si concluse con la riforma scolastica ed edilizia degli anni settanta , che portò la chiusura delle 28 scuole elementari.

Sono edifici che hanno segnato e segnano ancora oggi il territorio ed è proprio da questi segni che gli autori Bergamini, Mainardi, Sibra sono partiti per ricostruire la loro storia. Le scuole elementari di Ferriere sono state costruite con progetti di giovani geometri che saranno ricordati dall’Ordine Professionale, in occasione del 90esimo anno dalla sua formazione.

È stata una vera e propria impresa per quei tempi, ed il loro lavoro è stato ampiamente ripagato perché tutti gli ex-edifici scolastici sono perfettamente visibili anche oggi. La loro storia corre parallela alla storia del Paese e della scuola: è la storia di un bene culturale dell’Appennino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.