Lo sport piacentino unito per la Casa di Iris: a settembre una due giorni solidale da “guinness”

La Piacenza sportiva si stringe attorno all'”Hospice La Casa di Iris“.

Corsa, scherma, calcio, basket, bocce, tiro con l’arco, ma non solo: sabato 14 e domenica 15 settembre in diversi punti della città i cittadini – grazie al coinvolgimento di 26 associazioni del territorio – potranno cimentarsi in 24 sport differenti in una 24 ore solidale unica nella storia di Piacenza. Per partecipare ad ogni attività sarà necessario fare una donazione di dieci euro, con cui sarà possibile anche ottenere diversi gadget come portachiavi e magliette: l’intero ricavato verrà quindi devoluto alla Casa di Iris per sostenere i diversi servizi dell’Hospice.

L’iniziativa – realizzata in collaborazione con Coni Piacenza e con il patrocinio della Commissione Europea – è stata presentata nella mattinata del 28 agosto nella Sala Consiliare del Comune di Piacenza, per l’occasione riempita dai tanti rappresentanti delle associazioni sportive e degli sponsor coinvolti.

“E’ un motivo d’orgoglio avere persone come voi che lavorano per la collettività – ha commentato rivolgendosi a loro Patrizia Barbieri, sindaco e presidente della Onlus “Insieme per l’Hospice”-, quando si gioca insieme si raggiunge sempre l’obiettivo, che in questo caso è essere vicino alla Casa di Iris”. “Sto vedendo un grande entusiasmo da parte dell’associazionismo sportivo di Piacenza” – ha aggiunto il presidente della Casa di Iris, Sergio Fuochi -. Una Sala Consiliare così affollata non credo di averla mai vista. Addirittura abbiamo dovuto dire no ad alcune società che volevano partecipare all’evento, mi scuso con loro perché hanno dimostrato grande sensibilità”.

Il delegato provinciale Coni, Robert Gionelli, ha poi voluto sottolineare il grande lavoro dietro l’organizzazione della due giorni solidale “E’ stata un’ iniziativa creata passo dopo passo tra tante difficoltà, alla fine però Piacenza si trasformerà in un grande villaggio sportivo, qualcosa da “guinness dei primati. E’ un’ulteriore dimostrazione di come lo sport sia la più grande agenzia di volontariato e di solidarietà nel nostro territorio”.

Sono intervenuti durante la conferenza anche gli assessori ai Servizi Sociali e allo Sport, Federica Sgorbati e Stefano Cavalli e il presidente del Panathlon Club Piacenza Luigi Ballani, ideatore della kermesse. Si parte quindi dalle ore 15 di sabato 14 e si continua fino alle ore 22 di domenica 15: la maggior parte degli eventi saranno sul territorio comunale, mentre per tre eventi le location saranno sul territorio provinciale.

Tutti i dettagli e il calendario completo – con eventuali cambi di programma – della due giorni sono consultabili sul sito “Hospice La Casa di Iris“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.