Lultimaprovincia stasera a Bobbio con il circo contemporaneo

Lunedì 19 agosto a Bobbio secondo appuntamento per la 28esima edizione del festival Lultimaprovincia. In programma in Piazza Duomo (Auditorium Santa Chiara in caso di maltempo) un doppio spettacolo: alle 21 “Dai che ce la fai” (Jorick c’è), a seguire Scratch & Stretch (Circo El Grito).

DAI CHE CE LA FAI! – Fresco allegro e gagliardo, questo è lo spirito dello spettacolo che ha come compito quello di proiettarci tutti verso la dimensione del “SI PUO’ FARE!”. Colpi di scena e grande contatto con il pubblico fanno da contorno a quello che è il vero messaggio: di continuare a provaci. Il linguaggio è quello del Circo, nella sua forma più spontanea e sincera.

La tecnica è quella della CordaMolle, con Monociclo sul Filo e Giocoleria, portata fino ai livelli più alti d’ Europa con un esercizio che solo Jorik sa compiere, risultato di quel “continuare a provarci”. La presenza è quella di un artista ispirata, tecnica, femminile, generosa, capace ed indomabile, sempre pronta allo scherzo e ad accompagnare tenacia con leggerezza. Inutile guardare i suoi video, non rendono affatto l’idea di che travolgente bestia da palco ci si troverà davanti. JORIK C’E’ Si esibisce in tutto il mondo con spettacoli di monociclo su corda molle, con giocoleria, portando la sua tecnica a livelli sorprendenti in Europa.

SCRATCH & STRETCH – Un viaggio sorprendentemente originale, un’ esperienza sensoriale dove perdersi in un componimento sinfonico di acrobazie, giocolerie e musiche toccanti. Uno spettacolo sensibile e poetico, dove l’incontro tra circo, musica e teatro dà vita ad una tenera esplosione di energia che toccherà la vostra anima. Spettacolo d’esordio della compagnia, nasce per essere rappresentato in strada e debutta nel giugno 2008 a Bruxelles con il sostegno di Espace Catastrophe, centro internazionale di creazione delle arti circensi. Lo spettacolo ha ottenuto un grande successo in Europa e in tre stagioni estive è stato rappresentato più di 180 volte tra Italia, Belgio, Francia, Austria e Germania. Grazie alla versatilità dello spettacolo, è stato possibile creare una versione “sala” ed una versione “chapiteau”.

LA COMPAGNIA – La compagnia El Grito muove i primi passi nel 2007 a Bruxelles con l’incontro tra l’acrobata uruguaiana Fabiana Ruiz Diaz e l’artsta multidisciplinare Giacomo Costantini. All’interno e con la collaborazione di uno dei punti di riferimento del circo contemporaneo, l’Espace Catastrophe, nasce il loro primo spettacolo Scratch & Stretch.Grazie al successo dello spettacolo la compagnia entra velocemente nel circuito professionale europeo e, nonostante la giovanissima età dei due artisti, ottiene il sostegno del Ministero della Cultura Belga per la produzione di 20 Decibel, che debutta nel 2010 alla Biennale Internazionale di Circo Pistes de Lancement, Bruxelles. Anche lo spettacolo 20 Decibel diverrà un classico del circo contemporaneo europeo, facendo il tutto esaurito al festival di Avignon 2016.

Nel 2011, con l’acquisto dello chapiteau, nasce ufficialmente il Circo El Grito. Nel maggio dello stesso anno inizia il suo primo tour, partecipando con i propri spettacoli alla maggior parte dei festival italiani di circo e arte di strada. Nel 2012 prosegue ininterrotto il tour in un susseguirsi di partecipazioni ai festival più importanti d’Europa dal Maggio all’Infanzia, organizzato dal Teatro Kismet Opera di Bari, al Festival Up! di Bruxelles; nel mentre organizzano Summer Circus (Bolzano) insieme all’associazione Leit-motiv, e la Settimana del Circo Contemporaneo in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese durante il carnevale di Putignano.

Nel marzo 2013 Circo El Grito inaugura un laboratorio permanente di ricerca sulla relazione tra le arti circensi e la musica da cui nasce la collaborazione con il circense e musicista, Timoteo Grignani, che porta alla creazione di Drums and Circus. Presentato fuori concorso nell’ambito di Scintille/Asti Teatro 36 ottiene la menzione d’onore, con la seguente motivazione della giuria: “un esempio di straordinaria originalità e qualità che nel suo sviluppo successivo rappresenterà sicuramente una tappa luminosa nel percorso artistico della giovane compagnia di circo contemporaneo”.

Dal 2013 El Grito realizza ECCI! El Grito Christmas Circus, festival di circo contemporaneo italiano, promosso da Fondazione Musica per Roma/Auditorium Parco della Musica. Il successo dell’iniziativa convince la Fondazione Musica per Roma a puntare su una programmazione di circo contemporaneo affidando a Giacomo Costantini l’incarico di direttore artistico della nuova sezione dedicata al circo contemporaneo per il festival del 2014. In collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, Comune e Teatro Verdi di Brindisi, nel 2014, grazie al sostegno dell’Unione Europea (P.O. FESR PUGLIA) El Grito realizza la prima edizione di El Grito Verso Oriente, rassegna di circo contemporaneo ideata per diffondere l’aerate circense contemporanea nel Sud Italia attraverso spettacoli, lezioni, laboratori e momenti di incontro con scuole di teatro, circo e danza.

Nel marzo 2014 tornano alla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles che gli affida la programmazione della settimana conclusiva con l’evento Carte Blanche. Luglio 2017, ad Eutopia Festival (Danimarca) El Grito ha rappresentato l’Italia nei festeggiamenti di AArhus Capitale Europea della Cultura 2017

La necessità di sperimentare ancora li avvicina a una nuova dimensione: la letteratura. Insieme a Fabiana e Giacomo sul palco sale WU MING 2 per lo spettacolo Piccolo Circo Magnetico Libertario. Ovvero il romanzo L’Armata dei Sonnambuli del collettivo Wu Ming in versione circense, con letture, mesmerismi, musiche dal vivo, esperimenti tratti dal Laboratorio di Magnetismo Rivoluzionario di Mariano Tomatis. Sempre nello stesso anno la compagnia fa esordire una nuova produzione trasversale, The King of Swing, un cabaret internazionale con i più grandi nomi del circo contemporaneo europeo chiamati ad esibirsi insieme al “re dello swing” Emanuele Urso.

Nel luglio 2016 lo spettacolo 20 Decibel (già premiato dal Ministero della Cultura Belga) esordisce ad Avignone al più importante festival nel mondo del circo ottenendo una serie di sold out. Settembre 2017: con l’Ambasciata Francese viene organizzato il più grande evento italo-francese di circo contemporaneo, la tournée italiana Si tu t’imagines. Un cabaret itinerante insieme agli artisti della più importante casa di produzione di circo francese Acolytes, in cui va in scena l’ultima produzione onirica e visionaria, frutto di una ricerca sul rapporto tra circo e musica: Johann Sebastian Circus. Dicembre 2017: il Circo El Grito incontra l’opera ed esordisce al Teatro Pergolesi Spontini di Jesi la prima di Caffè Bach, un progetto operistico scritto e diretto da Giacomo Costantini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.