Parte da Vicenza il campionato del Piace: primo ostacolo la matricola Arzignano

Parte da Vicenza il campionato del nuovo Piacenza, che domenica (ore 15) al “Menti” di Vicenza affronta la matricola Arzignano. Dopo la cocente delusione della scorsa stagione, con la promozione in B sfumata per un soffio in due occasioni, i biancorossi ripartono con rinnovate ambizioni e diverse novità.

Si annuncia un girone decisamente agguerrito con tante compagini in grado di lottare per il vertice, dalla Triestina, al Padova, al Vicenza, senza dimenticare i derby che tornano con Reggiana e Modena. Franzini potrà contare sui tanti nuovi arrivi, a partire dalla coppia offensiva nuova di zecca con Cacia e Paponi e l’innesto di un trequartista come Cattaneo che ha portato il tecnico ad un cambio di modulo con il passaggio al 4-3-1-2 e un centrocampo più portato al fraseggio e alla costruzione di gioco.

Profonde modifiche invece in difesa, dove si attende un nuovo arrivo dal mercato (il nome che circola con più insistenza è quello di Milesi dalla Pro Vercelli); proprio la fase difensiva è quella che – da quanto visto nelle prime uscite stagionali – pare in modo particolare aver bisogno di tempo per oliare alcuni meccanismi.

Frazini per l’esordio può di fatto contare sull’intera rosa a disposizione, fatta eccezione per lo squalificato Della Latta e Sylla, alle prese con un problema alla caviglia. “Sappiamo bene che affrontare una neopromossa all’inizio può essere molto pericoloso – mette in guardia i suoi il tecnico -, dovremo essere bravi a prendere in mano il pallino del gioco, rischiare poco e cercare di avere occasioni da gol. Servirà una grande partita, soprattutto perchè è la prima”.

Si affaccia invece per la prima volta tra i professionisti l’Arzignano: “La squadra arriva bene a questo storico debutto – inquadra il momento l’allenatore Alberto Colombo -, i ragazzi sono pronti sia fisicamente che mentalmente. Il Piacenza è un avversario che punta a fare un campionato importante, dopo aver sfiorato la Serie B lo scorso anno, hanno ottime individualità ed un collettivo di primissimo livello: noi scenderemo in campo con grande rispetto, ma non con paura”.

“Sulla carta gli emiliani partono un gradino sopra di noi, ma in campo si parte dallo 0-0 e starà a noi entrare in campo con uno spirito speciale in modo da provare ad annullare il gap, che non possiamo negare. Ma non dovranno mai mancare coraggio e grinta: se metteremo in campo queste caratteristiche ce la giocheremo alla pari”.

Foto piacenzacalcio.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.