A Castelnuovo Fogliani la commemorazione dell’asso piacentino dell’aeronautica Luigi Gorrini

E’ nella prestigiosa sede del Castello di Castelnuovo Fogliani di Alseno (Piacenza) che sabato 28 settembre verrà commemorato Luigi Gorrini, Asso dell’Aeronautica Italiana e Medaglia d’Oro al Valore Militare (Alseno 12 luglio 1917 – 8 novembre 2014).

L’evento, supportato da numerosi sponsor, è stato organizzato dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci sezione di Alseno di cui Presidente è Achille Franchi – in collaborazione con il Comune di Alseno, l’Associazione Arma Aeronautica – sezione di Piacenza – e l’Associazione culturale Musica & Cultura.

La manifestazione, patrocinata dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna e dalla Provincia di Piacenza, sarà presenziata da numerose autorità civili e militari e ospiterà il Dott. Emanuele Cerutti, Ricercatore del Dipartimento di Storia Contemporanea dell’Università di Parma e Direttore del Museo Storico del Nastro Azzurro che terrà un interessante intervento storico sulla figura di Gorrini e sulla Seconda Guerra Mondiale.

La Commemorazione della MOVM Luigi Gorrini, terminerà con un prestigioso concerto della Fanfara del Comando Prima Regione Aerea dell’Aeronautica Militare Italiana.

Programma

Ore 15.30 Raduno al Castello e disposizione Labari delle Associazioni Militari e Gonfalone del Comune di Alseno

Ore 15.45 Deposizione fiori sulla tomba del Cap. M.O.V.M. Luigi Gorrini

Ore 16.00 Celebrazione Santa Messa nella Chiesa del Castello

Ore 16.45 Deposizione corona al Monumento Mosaico

Ore 17.30 Intervento del Dottor Emanuele Cerutti nella Sala Magna del Palazzo Vanvitelliano

Ore 18.15 Concerto della FANFARA DEL COMANDO PRIMA LEGIONE AEREA AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

Chi è Luigi Gorrini Luigi Gorrini è stato uno degli ultimi grandi assi dell’aviazione della Regia Aeronautica e Medaglia d’oro al Valor Militare.

Nasce ad Alseno, in provincia di Piacenza, il 12 luglio del 1917. Giovanissimo, a venti anni, nel 1937, si arruola nella Regia Aeronautica. Terminato il corso di pilotaggio presso la Scuola di Specializzazione di Castiglione del Lago, Gorrini fa richiesta di essere assegnato al 3° Stormo  Caccia Terrestri, inquadrato nella 2^ Divisione Aerea Borea con sede presso l’aeroporto di Torino-  Mirafiori. Il 17 giugno del 1939 ottiene il trasferimento al reparto ed integrato all’85^ Squadriglia del 18° Gruppo con il grado di sergente pilota e vi rimase fino all’armistizio di Cassibile, 1’8 settembre 1943. Poi entra nelle file dell’Aeronautica Nazionale Repubblicana (ANR) fin quasi al termine del conflitto.

Durante la seconda guerra mondiale gli sono stati accreditati 19 aerei abbattuti, 15 con la Regia Aeronautica e 4 con l’Aeronautica Nazionale Repubblicana, (ma molti autori gliene attribuiscono 24) e 9 danneggiati, tra Spitfire, P-38 Lightning, P – 47 Thunderbolt e B – 17, Fortezze volanti. Le sue vittorie sono state conseguite ai comandi del biplano Fiat C.R.42 e dei monoplani Macchi M C.202 ed M C.205. Gorrini é stato il principale asso sui Veltro, con i quali riuscì ad abbattere 14 aerei nemici e a danneggiarne 6.

Ricompense concesse al Capitano Pilota Luigi Gorrini

Medaglia d’oro al Valor Militare d’Italia

Medaglie di Bronzo al Valore Militare (2)

Croce di Ferro di seconda classe

Croce di guerra al merito (3)

Medaglia d’oro di lunga navigazione aerea

Croce d’oro d’anzianità di servizio

Cavaliere di Gran croce all’O.M.R.I.

Promosso Ufficiale nel 1972

Encomio scritto in data 23.08.1940

La Fanfara del Comando 1ª Regione AereaLa Fanfara del Comando 1ª Regione Aerea costituita con D.M. il 1° Gennaio 1984 inizialmente composta esclusivamente da personale di leva è attualmente composta da personale in S.P. del Ruolo Sergenti e Volontari in ferma Prefissata provenienti dai Conservatori italiani.

Nata con lo scopo di dar lustro alle varie cerimonie di Forza Armata alla presenza delle più Alte Cariche dello Stato, ha dimostrato le sue peculiarità come Orchestra di Fiati esibendosi in numerose Piazze e prestigiosi Teatri italiani ed esteri. L’alta valenza artistica, permette alla compagine di spaziare nel repertorio musicale italiano e internazionale con brani che vanno dalla musica classica e operistica tradizionale italiana, passando per i vari medley di musica leggera e jazz italiana e straniera e la musica originale per banda, riscuotendo ovunque enorme successo di pubblico e critica. Nel dicembre del 2017, la Fanfara è stata insignita della Massima Benemerenza del Comune di Milano, l’“Ambrogino d’Oro”, per quanto fatto nelle attività sociali e benefiche nel territorio.

Dal 2010, la Fanfara della 1ª Regione Aerea è diretta dal M° 1° Luogotenente Orchestrale Antonio MACCIOMEI.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.