Il Piace si fa raggiungere a Cesena dal piacentino Zecca (1-1) IL COMMENTO

CESENA – PIACENZA 1-1 (FINALE)
Paponi al 34′; Zecca al 60′

Non basta la rete di Paponi: il Piacenza si fa raggiungere e torna da Cesena con un punto. Finisce 1-1 al “Manuzzi”, un pareggio tutto sommato giusto per una partita che ha vissuto di folate dall’una e dall’altra parte. In vantaggio alla mezz’ora del primo tempo, i biancorossi hanno subìto il pari ad inizio ripresa, con l’ex Zecca a segno; una prova che si può sicuramente considerare un passo avanti dopo la brutta sconfitta contro la Fermana.

LA SINTESI VIDEO


LA PARTITA – Confermate le indiscrezioni della vigilia: Franzini lancia Sylla e Marotta al posto di Cacia e Giandonato; conferma per Della Latta in difesa, a centrocampo chance dal primo minuto per Cattaneo con Corradi che parte dalla panchina.

L’avvio è di marca bianconera e Del Favero è subito chiamato agli straordinari: al 3’ sventa sull’ex Zecca, ben lanciato da De Feudis, due minuti dopo risponde sulla conclusione di Capellini. Al 9’ ci prova ancora Zecca dal limite, la sua conclusione finisce alta. Dopo la sfuriata iniziale dei padroni di casa la partita vive una fase di stallo, poi con il passare dei minuti il Piacenza inizia a prendere campo e alla mezz’ora – alla prima occasione – passa: bel cross di Imperiale dalla sinistra e grande incornata di Paponi al centro dell’area che non lascia scampo ad Agliardi. 0-1 e terza rete stagionale per l’attaccante, che al 40’ ha sui piedi il pallone del raddoppio: una rovesciata sballata di Sylla in area si trasforma in un assist, ma il diagonale del 23 biancorosso da ottima posizione si spegne sul fondo.

Cesena Piacenza

Al rientro in campo doppio cambio per Modesto, che inserisce Ciofi e Franco per De Feudis e Ricci e dopo 6 minuti anche Franchini per Capellini, out per un problema fisico. Brividi al 53’ per una mischia in area del Piacenza, sventata dalla difesa biancorossa. Un minuto dopo grande giocata di Paponi che arriva sul fondo, sul suo cross va al tiro Cattaneo da posizione molto defilata spara sull’esterno della rete. Al 56’ ecco il pari del Cesena: Sarao serve bene in verticale Zecca che con una forte conclusione batte Del Favero in uscita.

I biancorossi sembrano accusare il colpo, e al 66’ Franzini manda in campo Cacia per l’autore del gol Paponi. I ritmi della gara però si abbassano, ma al 72’ Serao sbuca di testa su calcio d’angolo e da pochi passi sfiora il raddoppio per i suoi: palla alta di poco. Il tecnico biancorosso cambia ancora e al 74’ inserisce anche Sestu e Bolis per Sylla e Cattaneo, all’82’ Nicco lancia Cacia che si invola in area ma sul più bello si allunga il pallone e favorisce l’uscita di Agliardi. Sarà l’ultima occasione per il Piacenza, non della partita perchè ancora Zecca all’88 fa partire un tiro dalla distanza che per poco non beffa Del Favero. Finisce 1-1: mercoledì si torna subito in campo per il turno infrasettimanale, al Garilli arriverà il Ravenna.

IL COMMENTO di Luigi CariniQuello visto al “Dino Manuzzi” di Cesena è stato, a nostro avviso, il miglior Piacenza di stagione. Non ha vinto perché ha subito il gol del pareggio su uno dei rari sbandamenti difensivi e perché Cacia (partito dalla panchina) non ha avuto nel finale quella freddezza o lucidità per mettere a segno il gol della vittoria.

Davvero molto buono il primo tempo dei biancorossi; Franzini ha disegnato una squadra nuova e coraggiosa. Fuori Giandonato, Corradi e Cacia (i più deludenti contro la Fermana) e dentro Cattaneo, Marotta e Sylla. E’ un Piacenza trasformato rispetto la partita precedente: aggressivo, ordinato e geometrico. Abbiamo visto oltre una quarantina di passaggi consecutivi senza che gli avversari toccassero il pallone; e dire che gli avversari si chiamano Cesena, ovvero un’ottima compagine con una “signora” rosa e sorretta da un gran pubblico e con buone qualità tecniche.

Un Piacenza a tratti autoritario che ha concesso ai locali i primi 10’ e quindi è stato padrone del campo cogliendo un meritato vantaggio e sfiorando con lo stesso Paponi il raddoppio. Nella ripresa il ritmo dei biancorossi è calato lasciando parzialmente il campo il Cesena che ha operato ben 4 cambi per recuperare una partita che le stava sfuggendo dalle mani. Il gol del pareggio è venuto proprio dall’unico piacentino in campo: quel Zecca (davvero molto bravo), cresciuto nella nostra provincia ed oggi in forza ai romagnoli.

A proposito di singoli nelle file biancorosse ha brillato un eccezionale Nicco, un generosissimo Sylla (Ah, se avesse un tocco meno rigido), un ottimo Marotta, il solito gladiatore Pergreffi con buoni voti anche per gli esterni.
Ancora una volta le squadre di Franzini mostrano il meglio nelle partite in trasferta, ma la nota più confortante è stato l’atteggiamento con cui i giocatori hanno affrontato la partita: sicuri, tranquilli e con la voglia di imporre il loro gioco. La brutta partita con la Fermana sembra proprio acqua passata.

LA CRONACA

Finale al “Manuzzi”, 1 a 1 tra Cesena e Piacenza.

Le due squadre viaggiano verso il pareggio.

All’86’ Cacia ha un’opportunità ma non la concretizza.

Al 79′ Sestu prende il posto di Sylla.

Ora le due squadre hanno un po’ tirato i remi in barca.

Al 71′ Franzini getta nella mischia Cacia per Paponi.

Partita decisamente più aperta rispetto al primo tempo.

Il Cesena va subito vicino al raddoppio con Sarao che prende il tempo a Della Latta, ma il suo colpo di testa finisce fuori.

Al 60′ ci pensa Zecca a pareggiare il conto per il Cesena. Il giocatore piacentino segna.

Nonostante le sostituzioni, il Cesena non si è ancora reso pericoloso davanti alla porta di Del Favero.

Tre cambi invece nelle fila romagnole, mister Modesto vuole pareggiare.

Si riparte al “Manuzzi”, nei biancorossi nessun cambio.

Finito il primo tempo a Cesena dopo 5′ di recupero, con il Piace avanti: prova finora convincente e concreta.

Al 45′ vicino al raddoppio il Piace: cross di Zappella, Sylla tenta il tiro ma la palla finisce sul sinistro Paponi, che sfiora la doppietta.

Il gol ha cambiato la partita, ora biancorossi si difendono dai tentativi dei romagnoli.

Alla prima occasione vera passa il Piacenza: al 34′ Paponi svetta di testa sul cross di Imperiale, nulla da fare per Agliardi.

Cesena Piacenza

Al 30′ si fa ammonire Sylla, punito per un ingenuo fallo a centrocampo.

Al 29′ i biancorossi cercano di prendere le redini del gioco, il Cesena ci prova di rimessa.

Siamo arrivati a metà primo tempo al “Manuzzi” e la partita si gioca solo a centrocampo, con poche emozioni.

Nel primo quarto la partita la fa il Cesena ma senza rendersi più pericoloso dopo l’occasione di Zecca.

All’11’ ci prova Marotta con un tiro dalla distanza completamente sbagliato.

Cesena Piacenza

Al 6′ i padroni di casa pericolosi con il taglio di De Feudis e il tocco sotto misura di Zecca, Del Favero si salva ed alza sulla traversa. Corner per il Cesena ma il Piace libera.

Partiti al “Manuzzi” di Cesena. Piacenza in tenuta azzurra.

Tra le fila degli avversari  da segnalare il piacentino Giacomo Zecca.

Franzini cambia e schiera dal primo minuto Sylla in attacco e Cattaneo dietro le punte.

Sono circa 200 i tifosi biancorossi arrivati a Cesena.

Cesena Piacenza

LE FORMAZIONI – Ecco gli 11 biancorossi dalle distinte ufficiali: Del Favero; Della Latta, Milesi, Pergreffi (Capitano), Zappella, Nicco, Marotta, Cattaneo, Imperiale; Paponi, Sylla.

Nell’11 romagnolo nessuna sorpresa: il tecnico Modesto si affida al suo solito spettacolare 3-4-3 e schiera Agliardi; Ricci, Brignano, Sabato; Capellini, De Feudis (Cap.), Rosaia, Giraudo, Borello, Sarao, Zecca.

Arbitro: 


E’ un Piacenza chiamato al riscatto quello che scende in campo sabato sera (ore 20.45) nella delicata trasferta di Cesena. Il pesante ko interno di domenica scorsa contro la Fermana ha segnato un deciso passo indietro dopo il blitz in rimonta contro la Triestina lasciando sul tavolo diversi problemi oltre ai mugugni di più di un tifoso.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.