Baseball, gara 1 dei playoff è una delusione per Piacenza

Gara1 dei play-off per l’A2 dice Castelfranco. I Dragons espugnano il De Benedetti con un 13-2 che non ammette discussioni. Piacenza resta in gioco per quattro inning poi smarrisce il bandolo della matassa, lasciando la partita nelle mani di un avversario che conferma sul campo tutte le sue potenzialità.

Adesso le speranze biancorosse sono gioco forza riposte in gara2, in programma stamattina alle 10, con il dominicano Franklin Castillo pitcher partente.

C’è poca storia nella gara d’esordio degli attesi play-off tra Piacenza e Castelfranco. Vincono i veneti e lo fanno in attacco con 15 battute valide che mettono all’angolo il parco lanciatori piacentino. Dario Ettami regge per quattro inning, gli unici in cui il Piacenza riesce a restare in campo con costrutto.

La squadra di Nieves sembra partire col piglio giusto, esprimendo una carica che gli consente di rompere il ghiaccio al 2° quando Minoia, con Gardenghi (singolo) e Caimmi (base balls) sui cuscini, batte a casa l’1-0. I primi guai arrivano al cambio campo col fuoricampo da tre punti del bomber Guevara. Si ribalta tutto ma in qualche modo Piacenza resta in gioco e sembra incassare il colpo.

Ma la situazione precipita al 5°, alle prime difficoltà di Ettami. Il line-up trevigiano prende confidenza con i suoi lanci e a metà gara il parziale si fa pesante, fino ad un 8-1 che onestamente comincia a lasciare poche speranze ai nostri. Credere in un’improba rimonta sembra azzardato e allora i padroni di casa preferiscono risparmiare i lanciatori per gara2 badando solo a contenere il passivo entro limiti accettabili.

Fino all’8° Castelfranco trova punti ad ogni attacco e Piacenza riesce a replicare con un solo arrivo a casa base al 6° propiziato dal singolo di Caimmi dopo le basi concesse a Molina e Gardenghi. L’epilogo coincide così con la sospensione per manifesta superiorità al penultimo inning col tabellone che a quel punto segna 13-2.

“La strada dei play-off è ancora lunga e la storia insegna che adesso la cosa migliore da fare è buttarsi alle spalle tutto – commenta il presidente biancorosso Davide Imberti – concentradosi immediatamente su gara2, quella che potrebbe rimettere le cose a posto”. Castelfranco troppo forte? “Forte certamente e lo sapevamo, troppo forte lo vedremo. Prima vediamo come Castillo saprà affrontare un line-up così consistente, composto per due terzi da battitori che hanno conosciuto la serie A1. La chiave di gara2 e dell’intera sfida sta tutta qui se vogliamo sperare di allungare la serie”.

L’inizio della rivincita al De Benedetti è fissato per le ore 10.

CASTELFRANCO V. 0-0-3-0-5-2-1-2 13

PIACENZA 0-1-0-0-0-1-0-0 2

Formazione: Chacon 3b, Juaquin ss, Cetti ec, Capra 1b, Calderon es, Molina ed, Gardenghi ric, Caimmi 2b, Minoioa dh. Lanciatori: ettami (rl4.1 bv7 bb4 k5 pgl7), Sanna L. (rl1.1 bv4 bb1 k0 pgl3), Marenghi (rl2.1 bv4 bb1 k2 pgl2).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.