Le Rubriche di PiacenzaSera.it - UniCatt

Cattolica in crescita, + 5% di iscrizioni. Nuovi spazi e servizi per gli studenti

Crescono le immatricolazioni all’Università Cattolica del Sacro Cuore. Quest’anno l’Ateneo complessivamente ha registrato un incremento nel numero degli iscritti, tra lauree triennali e a ciclo unico e quelle magistrali, del +5%, in confronto con il settembre 2018. In particolare l’incremento è stato del +4% per i corsi di laurea triennale e a ciclo unico e del +7% per i corsi di laurea magistrale.

Boom anche dei partecipanti ai test di accesso alle facoltà e ai corsi dell’Ateneo che li prevedono, tra cui Economia (oltre 3.400) a Milano, Scienze della formazione primaria (quasi 1.000) a Milano e a Brescia, e ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico di Medicina e Chirurgia e di Odontoiatria e protesi dentaria (circa 8.300), a Roma.

L’incremento finale, dopo eventuali trasferimenti e rinunce, secondo stime prudenziali, si attesterà attorno al 3%. L’aumento di iscritti si aggiunge a una lunga serie di analoghi incrementi degli ultimi cinque anni, che hanno condotto a un +16% di iscritti dal 2014 a oggi.

NUOVI SPAZI E POSTI AULA PER GLI STUDENTI – Il continuo aumento del numero degli immatricolati nelle cinque sedi dell’Ateneo comporta ricadute sull’assetto organizzativo, soprattutto per quanto riguarda il reperimento di nuove superfici da mettere a disposizione degli studenti.

Per far fronte a questa problematica negli ultimi anni l’Università Cattolica in linea con la sua missione – vale a dire mettere “la persona al centro garantendo una buona didattica in spazi al passo coi tempi e adeguati non solo allo studio ma anche allo sviluppo delle relazioni umane” – ha individuato diverse soluzioni immobiliari con l’obiettivo di ampliare la disponibilità di aree su cui allocare le attività didattiche e le funzioni universitarie.

Sede di Milano – Il Campus di Milano dell’Università Cattolica, con un investimento economico molto importante per l’Ateneo, entro il 2021 potrà contare su 1.200 posti studente in più. Dal prossimo anno accademico, con previsione di utilizzo a regime a partire da gennaio 2020, nell’immobile di via Olona 2 saranno disponibili oltre 400 posti aula, pari a più di 4.000 mq ripartiti su tre piani, di cui 300 destinati alla didattica di lauree triennali e lauree magistrali. A questi si aggiungeranno nella seconda parte del semestre del 2020 altri 200 posti studente nel compendio immobiliare di via San Vittore 35, di cui fa parte anche il Collegio Ludovicianum.

L’Università Cattolica, inoltre, sta proseguendo nell’attività di acquisizione, anche anticipata, dell’ala della Caserma Garibaldi prospiciente la via Santa Valeria. Di recente, poi, ha avuto approvato dal Comune di Milano il progetto per la ristrutturazione dell’edificio di via Lanzone 14, che porterà entro il 2021 450 posti aula in più.

A tutto ciò va aggiunta la ristrutturazione – terminata l’anno scorso con l’adeguamento normativo del primo lotto – del centro Fenaroli, sede del corso di laurea di Scienze motorie e dello sport; il secondo lotto, che sarà terminato alla fine del 2020, prevederà un’ulteriore razionalizzazione degli spazi con un aumento di circa 150 posti studente nonché la ristrutturazione di tutti gli spogliatoi.

Nel capoluogo lombardo l’Università Cattolica può contare su uno spazio complessivo di oltre 100mila metri quadri, che arrivano a 140mila con le residenze universitarie. Oltre alla sede storica dei chiostri bramanteschi di largo Gemelli e di Sant’Agnese, dispone di un campus cittadino diffuso tra edifici tutti raggiungibili a piedi – come via Carducci, via Morozzo, via Nirone, nelle adiacenze di largo Gemelli – e quelli di piazza Buonarroti e di via Pagliano, più noto come edificio del Pime.

Sede di Brescia – Per quanto riguarda il campus bresciano, alla storica sede di via Trieste 17 sarà affiancato un nuovo campus, all’interno dell’ex seminario diocesano di Mompiano dove è in corso la ristrutturazione degli ambienti. Il nuovo polo potrà vantare 29 aule di diverso taglio per un totale di 2.000 posti a sedere, tre laboratori di informatica (105 postazioni), 13 laboratori di fisica, 55 studi per docenti, 12 sale riunioni, quattro sale studio (220 posti a sedere) in aggiunta alla biblioteca che conterrà 180.000 volumi e 70 posti, due sale per la discussione delle tesi di laurea, un sala mensa con zone bar e libreria annessa, una Cappella per le celebrazioni, campo da calcio e palestra, il tutto nel contesto di 16.700 metri quadri di spazi esterni, di cui oltre la metà adibiti a verde. I lavori di ristrutturazione, cominciati a gennaio 2019, saranno ultimati nell’estate del 2020.

Sede di Piacenza-Cremona – Nel campus piacentino, a fronte del forte incremento di studenti degli ultimi anni, sono in fase di valutazione nuovi spazi volti ad assicurare il mantenimento della qualità dei servizi didattici finora offerti. A Cremona, invece, dal 2020 l’Università Cattolica sarà ospitata nella nuova sede dell’ex Monastero di Santa Monica, in via Bissolati, la cui valorizzazione è frutto di un ingente investimento sostenuto dalla Fondazione Arvedi – Buschini e di un accordo istituzionale dell’Ateneo con il Comune di Cremona, la Provincia, la Camera di Commercio di Cremona, la Regione Lombardia e la Fondazione Cariplo.

Il polo ospiterà non soltanto aule e laboratori, ma anche tutti i servizi necessari allo studente durante la sua permanenza nel campus. Al momento la struttura non prevede la residenza universitaria, che sarà oggetto della seconda fase progettuale non ancora avviata.

Sede di Roma – Nel campus romano dal 2015 è partito un piano quinquennale di Ateneo per la complessiva riqualificazione architettonica degli spazi dedicati agli studenti finalizzato ad assicurare la qualità della didattica e lo sviluppo di relazioni comunitarie.

In particolare, il piano di riqualificazione ha riguardato le oltre 40 aule didattiche del Campus, con un aumento del 15% di posti a sedere per gli studenti, nonché la nuova Biblioteca presso il Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS (mq. 1200, 250 posti a sedere). Si tratta di un luogo innovativo con soluzioni architettoniche all’avanguardia diviso in tre aree distinte (area sociale, area studio, silent area).

È allo studio un progetto con soluzioni architettoniche che hanno l’obiettivo di valorizzare gli attuali spazi comuni per gli studenti garantendo continuità quotidiana dei servizi fino alle ore serali. Infine, sarà sviluppata una nuova linea di aule “executive” con strutture mobili e sistemi multimediali e all’avanguardia, da utilizzare per le attività post laurea (Master e Scuole di Specializzazione).

NUOVO SERVIZIO WEB AGLI STUDENTI – L’Università Cattolica, sempre nell’ottica di semplificare e migliorare l’utilizzo da parte degli studenti di tutti i servizi dell’Ateneo, da luglio di quest’anno ha ideato e creato il sito a loro dedicato “Studenti Cattolica” ( https://studenticattolica.unicatt.it/). In un unico spazio virtuale, la nuova piattaforma on line offre agli studenti tutti gli strumenti necessari per vivere al meglio l’esperienza universitaria: dall’ingresso come matricola ai piani di studio, dagli esami alla laurea, fino all’organizzazione del tempo libero.

LA NUOVA VERSIONE DELLA APP –
Infine, gli studenti della Cattolica, da pochi giorni, possono usufruire di una nuova versione della app iCatt con cui organizzare e gestire l’intero corso dei loro studi, dal rapporto con i docenti alle iscrizioni agli esami e agli avvisi quotidiani sugli orari e sui luoghi delle lezioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.