Il Pettorelli sfodera le lame, preparando i campionati italiani a Piacenza

Il Pettorelli sfodera spade, sciabole e fioretti. E’ appena partita la nuova stagione che vede il circolo piacentino della scherma, presieduto dal maestro Alessandro Bossalini, pronto a confermare e migliorare i successi conquistati tra il 2018 e il 2019.

E lo fa con lo spirito battagliero di sempre e con la responsabilità di ospitare due grandi eventi a Piacenza: i campionati nazionale a maggio 2020 (è la prima volta) e regionale, a dicembre, di spada a squadre. «L’appuntamento a Piacenza Expo – afferma Bossalini – è importante e prestigioso per il Pettorelli e per tutto lo sport piacentino. Ce la metteremo tutta».

Intanto, la scherma biancorossa si rimette in moto: si sono aperti i corsi che prevedono il mese di prova gratuita a settembre. Per provare un’arte, e uno sport, antico e nobile basta recarsi al Palazzetto dell sport in via Alberici. «Ricordo – continua Bossalini – che la prova è aperta a tutti, dagli under 14 agli adulti». Partirà poi la presentazione e la promozione della scherma nelle scuole.

Il Pettorelli vanta «sette tra istruttori e maestri qualificati e molto preparati – spiega il Boss – che seguono con attenzione chi pratica questo sport. Nel frattempo, gli atleti hanno ripreso la preparazione, dopo il campo estivo in Alto Adige, in vista della prima prova a fine mese a Bologna con la qualificazione regionale per il campionato italiano Assoluti».

L’anno è stato proficuo per il Pettorelli e diversi sono stati i risultati: «Tutte le squadre si sono confermate nelle loro categorie – dice Bossalini – e tra gli atleti abbiamo il campione regionale di sciabola, Francesco Monaco, la medaglia di bronzo in Coppa Italia master, Mattia Finotti, la giovane Marta Nocilli che è tra le prime otto spadiste italiane della sua categoria ed Elena Perna, che ha tirato sempre ad alti livelli.

Naturalmente, altri atleti hanno conquistato ottimi piazzamenti nei tornei e nelle gare ufficiali». Ma il Boss non dimentica anche la formazione che coinvolge ragazzi e ragazze: «Tre atleti hanno partecipato ai corsi per istruttori e altri a quelli per arbitro. Il movimento, attualmente ci sono 120 tesserati, è in crescita e la passione è tanta. La volontà è quella di sviluppare sempre di più la scherma a Piacenza». (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.